Legge elettorale, Napolitano sollecita i partiti: Niente equivoci, si vada avanti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:53

Il presidente della Repubblica interviene sul braccio di ferro in corso tra i partiti sulla nuova legge elettorale, e lo fa inviando una lettera a Roberto Giachetti deputato del Pd che ha sospeso uno sciopero della fame che andava avanti da 88 giorni. La protesta del deputato è volta a cambiare definitivamente la legge elettorale Porcellum.
Basta equivoci e bracci di ferro” scrive Napolitano ricordando le “sollecitazioni alle forze politiche sul tema della riforma elettorale”.
“Ancora di recente ho ricordato al presidente del Consiglio e ai presidenti delle Camere come avessi riferito loro degli incontri con i rappresentanti dei principali partiti, incontri questi nel corso dei quali tutti si erano dichiarati convinti della necessità di modificare la legge”.
Napolitano ha espresso tutto il suo rammarico poiché “purtroppo da allora non si sa se si avvicina la conclusione di questo gioco degli equivoci segnato da un braccio di ferro e da opposti irrigidimenti che mettono a grave rischio il mantenimento dell’impegno preso da tutte le forze politiche” di fronte “alle aspettative di cittadini e elettori“.

Matteo Oliviero

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!