Serie B, 16^ giornata: Sassuolo in vetta, Hellas sconfitta congelata

Il Sassuolo di Eusebio di Francesco, ex allenatore del Pescara, colpisce ancora e si riprendere la vetta. Anche contro una Reggina agguerrita che, trascinata da Sarno, intimorisce gli avversari con spavalderia e azzardo, gli emiliani riescono ad arrivare al loro traguardo e tornano in solitaria sulla vetta della Serie Bwin. Difficile contare le palle-gol create dai neroverdi nel secondo tempo, buona invece la prestazione dei calabresi nella prima frazione di gioco. Sconfitta cristallizzata per l’Hellas Verona che scivola al Tombolato di Cittadella. La partita è stata sospesa e l’Hellas avrà 8 minuti in data da definirsi per recuperare il 2-1 e sperare di strappare qualche punto a una situazione di classifica che la allontana dalla vetta.

Up – Pollice in su per Padona e Varese. Sono lontane le tre capolista, ma le due compagini non rinunciano alla vetta e lottano per rimanere al passo e avvicinarsi quantomeno a un Verona che, con il suo passo falso, si fa sempre più vicino. Vince anche il Livorno di Nicola che, con un gol di misura molto contestato, rovina la festa al Novara e lo ricaccia nelle zone basse della classifica. Momento d’oro per l’Empoli di mister Sarri che, dopo un pessimo inizio stagione, si scrolla di dosso i pensieri e va a conquistare con una rimonta da urlo la sesta vittoria nelle ultime sette partite: dopo lo stordente gol dell’1-0 di Caserta, ci pensano Tavano e Saponara, due terzi del tridente delle meraviglie toscano, a ribaltare la situazione con un uno-due micidiale che zittisce il Menti di Castellammare di Stabia e permette all’Empoli di riagganciare gli inseguitori dei piani alti della classifica. Tra questi il Varese che si conferma con una vittoria che dà sicurezza e mantiene vivo lo spirito dell’inseguimento verso un sogno chiamato A.

Down – Giù le piemontesi Pro Vercelli e Novara che, battute rispettivamente da Varese e Livorno, scivolano sul fondo della classifica dove c’è solo il Grosseto a fargli compagnia. Buone prestazioni per Grosseto e Virtus Lanciano che con due pareggi respirano e guardano avanti. 8 minuti da recuperare per il 2-1 del Verona a Cittadella; non c’è ancora una data per il recupero, ma realisticamente parlando l’Hellas rimarrà a 32 punti, -6 da una capolista scatenata.