Calciomercato Juventus, Lucio: “Conte mi ignora, torno in Germania”

Acquisti di qualità? Top-player? Macché. Nel calciomercato invernale, la Juventus dovrà prima di tutto sbrigare la pratica Lucio. Il difensore brasiliano, stufo di essere utilizzato con il contagocce da Antonio Conte, vuole fare la valigie. E ha già pronto un biglietto di sola andata per la Germania: “Il Wolfsburg sarebbe un’ottima possibilità“, ha ammesso candidamente l’ex centrale dell’Inter a Sport Bild. Del resto, se arrivi in pompa magna (“Lucio è un top-player nel suo ruolo, lo considero un grandissimo colpo: farà una grande stagione“, dichiarò soddisfattissimo l’allenatore bianconero pochi giorni dopo il suo acquisto) e poi racimoli la miseria di quattro presenze nel giro di tre mesi, la voglia di scappare ti viene.

L’opzione Wolfsburg – Dovendo farlo, meglio tornare in un posto conosciuto e gradito: “Ho trascorso otto anni fantastici a Leverkusen e soprattutto con il Bayern: la mia famiglia ed io eravamo molto felici“, ha ricordato Lucio. L’ipotesi legata al Wolfsburg sembra la più probabile, ma non è affatto scontato che l’operazione vada in porto. Il brasiliano, infatti, era entrato nelle mire dell’ex tecnico Felix Magath, che lo aveva avuto con sé al Bayern Monaco dal 2004 al 2007: dal suo esonero, datato 25 ottobre, il Wolfsburg ha iniziato a battere altre strade. Non tanto per le qualità tecniche del brasiliano, che in Germania sono sempre molto apprezzate, quanto per un discorso relativo all’età: la società legata alla Volkswagen, guidata dal direttore sportivo Klaus Allofs, ha intrapreso un percorso di ringiovanimento che non può contemplare un giocatore che il prossimo 8 maggio compirà 35 anni.

Ecco il sostituto – Ciò nonostante, Lucio non si perde d’animo. Il suo sogno rimane la Bundesliga ed è lì che vuole consumare gli ultimi scampoli della carriera: “La Germania è un Paese molto organizzato, il calcio tedesco è davvero interessante – ha spiegato il centrale verdeoro – Quando a casa ho detto che potremmo tornare lì, i miei figli hanno iniziato a festeggiare“. A festeggiare vorrebbe essere anche Marotta, che lo scorso luglio lo fece sbarcare a Torino a parametro zero e ora spera di raggranellare qualche euro dalla sua cessione. Operazione piuttosto complicata, vista l’età del giocatore. Piuttosto, bisognerà pensare a trovare un sostituto a basso prezzo. Magari bassissimo. Per esempio, un difensore con il contratto in scadenza a giugno del 2013, che ami l’Italia e non veda l’ora di tornarci: i contatti per strappare Salvatore Bocchetti al Rubin Kazan sono già stati avviati.

photo credit: mastersbs via photopin cc