Ris Roma 3 riassunto: la cattura della Banda del Lupo

Ieri sera, con la messa in onda della decima puntata, si è conclusa la terza stagione di Ris Roma – Delitti Imperfetti. La fiction targata Mediaset ha visto contrapporsi Bene e Male senza esclusione di colpi ed è riuscita a riagguantare alcuni telespettatori persi durante le precedenti puntate raggiungendo una media generale di 4.669.000 telespettatori per uno share pari al 16.98%. Nello specifico Euridice Axen, Fabio Troiano, Primo Reggiani e tutti gli altri hanno tenuto incollati davanti al teleschermo ben 4.875.000 telespettatori per uno share del 15.93% per il primo episodio e 4.503.000 telespettatori per uno share salito al 18.02% nel secondo. Se molti si aspettavano un finale dal sapore amaro in grado di lasciare tutti con il fiato sospeso si sono dovuti ricredere. La fiction si è conclusa positivamente con la cattura della Banda e nel finale, nonostante alcune cose lasciate lievemente in sospeso, si sono potute scoprire dettagli importanti sulle varie storie personali dei protagonisti. In attesa, quindi, di sapere se Bart Dossena prenderà parte ad una possibile quarta stagione, cercando di capire, però, in primis, se vi sarà la volontà di proseguire, è bene rivedere cosa è successo nei due episodi andati in onda.

Arma nel mirino: La corsa contro il tempo per fermare la spietata Banda del Lupo si è fatta sempre più serrata. I pericolosi criminali, con in mano l’antrace, avrebbero potuto causare un disastro dalle proporzioni immani e quindi il loro piano andava mandato all’aria a tutti i costi. Se in primis il Ris, però, ha sbagliato ad individuare l’obiettivo della Banda, grazie ad una attenta analisi di alcune foto da parte di Ghiro e colleghi i carabinieri hanno capito che il Pugliese voleva vendicarsi colpendo l’Arma nel suo cuore durante la festa per le nuove leve. Precipitatisi sul posto i Ris, però, nonostante l’errore iniziale, sono riusciti a sventare l’attentato portando tutti in salvo. Orlando e la Brancato hanno lottato, secondo dopo secondo, per poter prendere la bomba a cui era attaccata una borsa con quattro provette di antrace e così , proprio all’ultimo, sono riusciti a recuperare le provette gettando lontano l’ordigno che è esploso senza provocare alcun danno. Nel mentre, però, Ghirelli è stato coinvolto da padre nel caso riguardante un giovane pugile figlio di un amico. Se apparentemente non servivano indagini, si pensava a morte naturale, Ghiro è riuscito a portare alla luce la verità e scoprire che l’allenatore del ragazzo, che aveva scommesso contro di lui e che aveva bisogno di vincere per poter pagare gli strozzini, lo aveva ucciso perché questi si era rifiutato di perdere il match e di veder sfumare il sogno per cui si era così duramente allenato.

Fino alla fine: Dopo aver rubato, infiltrandosi in una festa presso l’ambasciata araba, gioielli dall’inestimabile valore ed essere riusciti a farla franca nonostante l’arrivo del Ris ed uno scontro a fuoco ad alto livello di rischio, in cui Bart ha scoperto ancora di più di essere cambiato e di non riuscire più ad affrontare certe situazioni, la Banda del Lupo ha dovuto fare i conti con divisione e problemi provenienti dall’interno. Lupo si è trovato a discutere con Cenzone che ha poi portato lontano dagli altri ed ucciso a sangue freddo facendosi pure guardare negli occhi prima di sparare l’ultimo e mortale colpo di pistola. Il pericoloso malvivente, a capo della Banda, ha deciso di puntare il tutto e per tutto sulla vendetta e non più sulla fuga all’estero e ha quindi usato i gioielli per far pervenire l’ultima fialetta di antrace all’interno del quartier generale dei Ris. A rischiare più di tutti la contaminazione è stata Bianca. Quando tutto sembrava poter finire tragicamente i carabinieri  si sono trovati vittime di un confitto a fuoco all’interno dei loro uffici. La Banda, armata fino ai denti, era riuscita ad entrare, ma Ghirelli ha ucciso Stinco e Orlando la donna del Pugliese. A Lupo ha sparato Lucia, ma a differenza degli altri quest’ultimo non è morto. Per quanto riguarda le storie personali Ghiro ha salutato il padre, Lucia ha chiesto in sposo Orlando , Emiliano è stato promosso e non trasferito, ma Bart ha deciso di lasciare il team e andare in Kosovo.