Bob Dylan in mostra a New York con la sua “Revisionist Art”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:52

Bob Dylan non è soltanto un grande compositore e cantautore dei nostri tempi: tra le tante sfaccettature della sua poliedrica personalità, vi è infatti la passione per l’arte. Da qui nasce la mostra “Revisionist Art: Thirty works by Bob Dylan”, inaugurata alla Gagosian Gallery di New York. L’arte revisionista di Bob Dylan sarà esposta dal 28 novembre al 12 gennaio 2013: si tratta d un’arte basata sulla rivisitazione in chiave pop di copertine di riviste, trasformate nei colori, nei contenuti e nella grafica. L’anima anticonformista di Dylan, così come nella musica, ha proprio trovato luogo di espressione in queste opere, reinterpretate rispetto al loro design originale.

Per il cantautore non si tratta della prima mostra: il debutto al museo è datato nel 2007, con la mostra ‘The Drawn Blank Series’ tenutasi a Chemnitz in Germania, seguite da ‘The Brazil Series’ al museo Statens di Copenaghen nel 2008 e ‘The Asia Series’ alla Gagosian di New York nel 2011. Mentre l’affluenza alle sue mostre dimostra quanto sia apprezzato in tutto il mondo, gli esperti non hanno mai risparmiato il Bob Dylan artista dalle critiche: secondo essi, egli, più che trarre ispirazione dalle opere del passato, sarebbe infatti più propenso al mero plagio in questo specifico settore artistico. Lo scorso anno la mostra “The Asia Series” non mancò infatti di scatenare la polemica: descritta come “un diario visivo dei viaggi di Dylan in Giappone, Cina, Vietnam e Corea”, essa riprendeva palesemente gli scatti famosi degli artisti Leon Busy e Dmitri Kessel. Dylan si è difeso, sia con riferimento all’ambito musicale sia a quello creativo, ribadendo invece che “citare un altro autore fa parte di una tradizione ricca”, cosa che vale per tutti ma ingiustamente non per lui…
photo credit: ChrisGoldNY via photopin cc