Programmazione Iris contro l’Aids: Siamo tutti positivi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:42

Nella Giornata mondiale per la lotta all’Aids, anche Iris veste il Nastro Rosso per ricordare le vittime della sindrome da immunodeficienza acquisita, una pandemia che, dal 1981 ad oggi, ha ucciso oltre 25 milioni di persone. La maratona “Siamo tutti positivi” – in onda sabato 1 dicembre, dalle ore 19.00 sino a notte fonda – apre con il pluripremiato film di Ferzan Özpetek, “Le fate ignoranti” (2001, quattro Nastri d’Argento e Miglior Film al New York Lesbian and Gay Film Festival). L’opera, con Stefano Accorsi e Margherita Buy, è stata riconosciuta d’interesse culturale nazionale dal la Direzione generale per il cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali italiano.

A seguire, in prima serata, è di scena la commedia “Sono Positivo” (1999), con Nino Frassica e Vla dimir Luxuria, tratta dal la piéce teatrale “C’ho l’Aids” di Giuseppe Pasculli. I membri di una famiglia del Sud Italia scoprono di essere tutti sieropositivi: in un vortice di umorismo nero, i protagonisti cercheranno di capire chi è stato il primo a diffondere il contagio. Concludono la giornata, le pellicole “Prima che sia notte” (2000, vincitore del Leone d’argento e del Gran Premio del la giuria al Festival di Venezia), di Julian Schnabel, con protagonista Javier Bardem nel ruolo del poeta e romanziere cubano Reinaldo Arenas, e “Una casa alla fine del mondo” (2004), basato sull’omonimo romanzo del premio Pulitzer Michael Cunningham.

L’Aids non va mai sottovalutata, si stima al mondo, nonostante la massiva campagna di prevenzione degli ultimi 20 anni, un contagio ogni due ore; 4000 nuovi casi ogni anno, solo in Italia. Queste le statistiche di un’emergenza sociale che vede, solo nel nostro Paese, fra le 143.000 e le 165.000 persone affette dal virus dell’Hiv e 22.000 casi conclamati di Aids.

photo credit: lok_lok05 via photopin cc

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!