Caso Sallusti: infrange i domiciliari, arrestato

Lo aveva annunciato e puntualmente l’ha fatto. Alessandro Sallusti ha infranto gli arresti domiciliari ed è stato arrestato. Dovrebbe essere processato oggi, per direttissima, secondo quanto riferito da alcune agenzia di stampa. Il capo della Procura di Milano, Edmondo Bruti Liberati, aveva concesso i domiciliari al giornalista avvalendosi del decreto svuota-carceri, ma il direttore de “Il Giornale” aveva subito fatto presente che avrebbe infranto la restrizione, con l’intento di dirigersi nuovamente in redazione. Sallusti ha detto di aver  rifiutato i domiciliari non volendo godere di “privilegi” rispetto ad altri detenuti.  Condannato in via definitiva a 14 mesi di carcere, Sallusti, con il suo muro contro muro ha aperto un dibattito a tutto tondo che è arrivato in Parlamento, il quale però non è riuscito decidere la riforma delle sanzioni per la diffamazione a mezzo stampa prima della scadenza dei trenta giorni di sospensione della pena.

Il Giornale: “Vergogna”. “Sallusti arrestato”, “Vergogna nella storia d’Italia. Per la prima volta arrestato un direttore in redazione”.Nella mattina del suo arresto sulla versione online del quotidiano diretto da Sallusti   l’intera parte alta della home page è occupata da articoli inerenti alla vicenda giudiziaria del suo direttore.  La Digos lo aveva prelevato durante una riunione di redazione (per condurlo ai domiciliari), secondo quanto riferito dallo stesso quotidiano. In mattinata Sallusti tramite Twitter aveva anche proposto “uno scambio alla procura: voi non violate la sede de Il Giornale  recitava il cinguettio –  io mi consegno a San Vittore e poi fate quel che volete” . Un provvedimento restrittivo, quello degli arresti domiciliari, a quanto pare infranto nemmeno cinque minuti dopo dal giornalista, intenzione effettivamente dichiarata a più riprese. Gli agenti di guardia hanno notato l’infrazione e lo hanno condotto in questura.