Champions League, Shakhtar Donetsk-Juventus: una partita per sognare

Archiviata la pratica derby per il campionato, alla Juventus di Conte non resta che concentrarsi a pieno carico sull’importantissimo match che la vedrà ospite a Donetsk contro la squadra rivelazione dell’attuale edizione della Champions League. Unica già classificata, la squadra ucraina rappresenta la nuova tendenza del calcio mondiale a spostare il baricentro della classe (e dei soldi) verso l’est europeo. Il 5-2 dello Shakhtar al Nordsjælland ha assicurato agli ucraini il passaggio anticipato alla fase di eliminazione diretta della più prestigiosa competizione per club.

Questione di numeri – Alla Juve basterebbe un pareggio per affiancare lo Shakhtar agli ottavi e, considerando che la compagine torinese non viene sconfitta in ambito europeo UEFA dalla stagione 2009/2010, non sembra facile immaginare una disfatta juventina a Donetsk. Eppure in una partita di calcio tutto è possibile, così se anche la Juve dovesse capitolare sull’erba ucraina, c’è sempre l’ultima speranza, ovvero che il pessimo Chelsea del contestato Benitez non trovi la vittoria contro i danesi, ultimi nel girone. La Juventus recupera fiducia dopo le due batoste di campionato e ha archiviato la pratica derby con un 3-0 che rispecchia l’andamento della partita, nonostante il Torino abbia concluso la gara in 10 a causa di un fallo da arresto di Glik su Giaccherini (miracolosamente illeso). Così a -3 dal match da cui dipenderà non solo l’accesso alle fasi eliminatorie della Champions League, ma anche la riqualificazione del ranking FIFA italiano, si cerca di pensare positivo a Vinovo.

Vinovo Live – Giorni decisivi per la squadra di Torino che deve cercare di recuperare in ogni modo giocatori importanti come Chiellini e Caceres: se il primo è stato quantomeno convocato per la partita di ieri sera, Caceres è rimasto in tribuna a causa del problema alla caviglia. La squadra non ha perso tempo e i giocatori si sono già allenati in mattinata: training defaticante per i campioni di Italia che domani, dopo la regolare seduta di allenamento, partiranno alla volta di Donetsk per vivere direttamente in Ucraina la vigilia della partita.