Domenica Live: Il vento del cambiamento potrebbe arrivare per colpa di Grillo

Bisogna dirlo piano, ma, se mai diventasse realtà, se mai, cioè, Flavia Vento riuscisse a fondare il suo movimento denominato Il Vento del Cambiamento, così come annunciato oggi nello studio di Domenica Live durante una intervista ad opera di Barbara D’Urso, Beppe Grillo potrebbe rischiare di doverne assumere  la colpa. Il leader del Movimento 5 Stelle è colpevole di aver bloccato la showgirl su Twitter facendo cadere ogni voglia di quest’ultima di sostenere il suo movimento e di sostenerlo e motivandola a fondarne uno proprio.

Grillo e i grillini. La conduttrice del contenitore domenicale di Mediaset ha voluto vederci chiaro su tutta la faccenda e così ha invitato nuovamente la Vento per raccogliere le sue novità trovandosi così fra le mani svariati scoop, ma andiamo per ordine. La Vento è approdata in studio vicino a Platinette che l’ha intervistata in radio qualche giorno prima, poi, si è sorbita un video in cui i grillini di Bologna e dell’Emilia Romagna commentavano, o meno, la sua volontà di far da portavoce al movimento e le sue vicissitudini con il grande capo. Al rientro in studio, poi, incalzata da alcune domande della stessa D’Urso, la Vento ha dato del dittatore a Grillo spiegando che: “Tutti possono seguire Obama e Obama non mette il blocco. Io non miro ad avere nessun incarico. Siamo in democrazia e non si può bloccare nessuno. Sembra che ho la peste”. Per ovviare, però a tale problema la conduttrice le avrebbe consigliato di aprire un altro account e di seguire il suo leader sotto altro nome, peccato che Flavia non fosse più così interessata.

Il movimento e i partiti politici. Successivamente è andato in onda un video in cui la Vento, a Piazza del Popolo, con un volantino e un quaderno per raccoglie firme, cercava sostenitori per il suo nuovo movimento, Platinette avrebbe preferito si chiamasse Movimento a 5 zampe, snocciolandone alcuni capisaldi come: no agli zoo, no alla vivisezione, no ad Equitalia, no ai ticket sanitari ecc , ecc. Al rientro in studio, oltre alla lettura di diversi tweet, fra cui un cinguettio fake di un Matteo Renzi fasullo, la Vento ha annunciato il secondo scoop dicendo di aver ricevuto messaggi da Pd e Pdl con inviti ad alcuni convegni.