Home Spettacolo Quelli che: le otto T della finta Nicole Minetti

Quelli che: le otto T della finta Nicole Minetti

Al grido di Love of my life Victoria Cabello presenta Nicole Minetti/Virginia Raffaele a Beppe Severgnini. L’ospite fissa di Quelli che entra in studio sulle note di Titanium di David Guetta feat Sea e arrivata a cospetto del giornalista, ospite per la presentazione del suo libro, salutandolo erroneamente come avrebbe salutato un regista: “ho visto tutti i tuoi film”. Quando la Cabello ricorda alla finta Minetti di chi si tratta, l’errore continua: “ho visto tutti i tuoi libri”. Ebbene, per quanto il lapsus abbia provocato diverse risate ha comunque ben caratterizzato l’imitazione. L’improvvisato terzetto comico della domenica pomeriggio si diverte poi proprio sulla falsa riga del libro di uno dei protagonisti. Quando Victoria informa la finta Nicole che Severgnini ha scritto Italiani domani e si rivolge ai giovani dando loro dei consigli l’imitatrice risponde che ciò non è nulla di speciale perché lei “briffa” tutti i giorni. Victoria chiede al suo vero ospite se per questo termine gli sia venuta l’orticaria e sorprendentemente trova nel giornalista un meraviglioso comico che spalleggia la Minetti dicendole che “ con quella bocca può dire ciò che vuole”.  Ironia o sarcasmo?

Le 8 T della finta Minetti. Se Severgnini nel sul libro ha individuato 8 parole chiave che iniziano con T poteva la finta Minetti non prendere spunto da tutto ciò per dimostrare qualcosa esplicando a pubblico presente in studio e a tutti i telespettatori quali parole avrebbe scelto lei. Ecco le parole che spalancheranno il mondo Minetti a tutti:

1° è Top; la Cabello spiega che per la finta Minetti tutto ciò che è bello è Top

2° poco fantasiosa, è il “maggiorativo assoluto” della prima: Toppissimo

3° Translecion

4° riguarda il Trio Medusa che la finta Minetti chiama sempre Trio Sfigation

5° Tacco; e la battuta, seppur velata, su Berlusconi è quasi scontata

6° Travestitismo

7°  la settima parola “ è un modo per indicare le mie amiche” e qui Victoria prende la parola per dire: “ecco a me viene in mente una parola per indicare le tue amiche che le definirebbe bene”, per fortuna Servergnini, soprannominato “Beps”, la ferma in tempo così la finta Minetti può dire che la settima parola è :  Tutte le mie amiche Chips

8° “east but not west, come diceva Shalpi è la mia mission”: Ti aspetto in stescion

Manca una parola? Che ne dite? Potrà mai nascere una collaborazione fra il giornalista e la finta Minetti? Chiedere quale elenco delle otto T risulti più interessante pare, sinceramente, troppo brutto, Severgnini potrà però capire se diamo alla Raffaele la vittoria per l’elenco più divertente e con più doppi sensi che ci possa essere in giro. Nonostante tutto il giornalista è molto perspicace nel sottolineare, prima che tutto finisca, che in effetti mancava  una parola all’elenco della Minetti, una parola in cui vi sono ben due T. L’avete capita?

http://www.youtube.com/watch?v=jnFwzFmJ08k&feature=share&list=CLNt2qKcajPl4