Amour di Haneke trionfa agli Oscar Europei

E’ Amour di Michael Haneke il miglior film europeo dell’anno. A sceglierlo è stata la giuria dell’ European Film Awards che ieri ha vissuto a La Valletta, Malta, la su cerimonia di premiazione.  Il film del regista austriaco, già palma d’oro al festival di Cannes si è imposto in tutte le categorie più importanti, tra cui quella del miglior film dove è stato preferito al film dei fratelli Taviani Cesare Deve Morire, e poi al francese Quasi Amici,  a Shame dell’artista Steve McQueen, al tedesco Barabara e a Il Sospetto del danese Thomas Vinterberg.  Michael Haneke si è imposto anche come miglior regista europeo dell’anno, mentre gli interpreti del film Jean Luis Trintingnant ed Emmanuelle Riva sono stati giudicati i migliori attori protagonisti.

Altri premi. Agli altri solo le briciole dunque. Il premio per la migliore sceneggiatura è andato a  Thomas Vinterberg e  a Tobias Lindholm per lo script de Il Sospetto. Miglior montatore è stato ritenuto Joe Walker per Shame che porta a casa anche il premio per la miglior fotografia con Sean Bobbitt. Alberto Iglesias per La Talpa che vince anche il premio alla miglior scenografia con Maria Djurkovic. Miglior esordio dell’anno è giudicato il film olandese Kauwboy. Lo svizzero Hiver Nomade è il miglior documentario europeo, mentre Alois Nebel di Tomáš Lu?ák è giudicato il miglior film d’animazione della stagione. Infine premi alla carriera sono stati conferiti ad Hellen Mirren e al nostro Bernardo Bertolucci, visibilmente commosso, che ha dato vita ad un divertente siparietto ricordando il film Quasi Amici con il presidente dell’Academy europea Wim Wenders che gli ha consegnato il premio.

photo credit: tintincai via photopin cc