Calciomercato Chelsea: Benitez rischia già, Anzhi su Torres

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:37

Se nel nostro campionato alcune squadre stanno affrontando diverse questioni da risolvere (Sneijder per l’Inter e Pato per il Milan, ad esempio), non se la passano troppo bene nemmeno all’estero. Dopo aver dato spazio ad Josè Mourinho ed ai tesi rapporti con la dirigenza dei blancos, è ora il turno di Rafa Benitez, che dopo pochissime partite dal suo arrivo al Chelsea sente già traballare la propria panchina. Uno che invece al Chelsea c’è da un po’ di tempo è Fernando Torres. Pagato oltre 50 milioni di euro al Liverpool, l’attaccante ha a più riprese deluso le aspettative nonostante le moltissime possibilità che gli sono state concesse.

Sostituto – Non deve essere parsa vera a Benitez la telefonata di Abramovich che gli offriva la panchina del suo Chelsea. Inattivo da qualche anno, senza contare che l’ultima esperienza in panchina era quella fallimentare con l’Inter, eppure gli offrono di guidare i campioni d’Europa in carica. Il tecnico accetta ben volentieri, ovviamente, anche se il suo contratto scade nel giugno 2013. Non importa, avrà pensato, saprò convincere il presidente. Come no: in 3 partite, 2 pareggi e la sconfitta per 3-1 contro il West Ham. Tra 10 giorni i Blues prenderanno parte al Mondiale per Club e se Benitez non lo porterà a casa a Londra improvviseranno un proverbio che suonerà più o meno così: anno nuovo, allenatore nuovo.

Crisi – Il suo passaggio dal Liverpool allo Stamford Bridge è stato oltremodo oneroso per le casse di Abramovich, che ha intaccato i suoi averi per una cifra superiore ai 50 milioni di euro, rendendolo l’acquisto più caro nella storia del club. Dal suo arrivo a Londra però, Fernando Torres non è mai riuscito a ripetere le prestazioni mostrate coi Reds, dove viaggiava al ritmo di più di un goal ogni due partite. Quest’anno il suo score in campionato registra 4 reti in 15 partite, tutte giocate da titolare. Davvero poco per il centravanti di un top club, che a forza di partite sottotono potrebbe convincere il presidente Abramovich a liberarsene. L’Anzhi Makhachkala di Samuel Eto’o sembra disposto a comprare la punta spagnola. Anche se l’offerta non ripagherà mai tutto il denaro versato per comprarlo, al Chelsea converrebbe davvero venderlo al miglior offerente.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!