Incidenti lavoro: Catania, 17enne muore dilaniato da una fresa

Un ragazzo di soli diciasette anni è morto questa mattina nelle campagne di Mazzarrone, in provincia di Catania. La morte del ragazzo è dovuta ad un incidente che lo stesso avrebbe avuto sul suo posto di lavoro. Ancora una vittima sul lavoro, dunque, ancora una vita che si spegne per cause che gli inquirenti che indagano sul caso, non sono ancora riusciti a spiegare. La vittima dell’incidente di questa mattina è Gaetano Di Stefano, 17enne, originario di Mazzarrone, località nella provincia catanese. Il ragazzo lavorava in una vigna occupandosi della frantumazione dei tralci di vite, un lavoro che svolgeva assieme al padre.

Le prime ricostruzioni dell’incidente – Secondo le prime ricostruzioni degli uomini dei carabinieri e dei vigili del fuoco che sono intervenuti sul luogo, l’incidente è avvenuto oggi intorno a mezzogiorno, in contrada Piano Pancari, a Mazzarrone, piccolo centro della provincia di Catania. Secondo il rapporto stilato dalle forze armate, il ragazzo, Gaetano Di Stefano, stava seguendo a piedi il trattore che era guidato dal padre e che trainava la fresa quando, e qui ancora le cause sono incerte, sarebbe rimasto impigliato con la giacca nel meccanismo che lo ha trascinato nei suoi ingranaggi, dilaniando il suo corpo e uccidendolo. Le cause dell’incidente sono ancora in fase di conferma: il diciasettenne potrebbe essersi sporto troppo, o potrebbe essersi distratto un attimo, proprio quell’attimo gli è costato la vita.

I soccorsi e la morte del diciasettenne – Il padre di Gaetano Di Stefano, vittima dell’incidente sul lavoro di questa mattina, è subito accorso per prestargli soccorso, ma vedendo il corpo del figlio completamente sfigurato e dilaniato dalla fresa, si è sentito male ed è stato ricoverato nell’ospedale di Caltagirone. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i vigili del fuoco e l’elisoccorso, ma oramai per il giovane diciasettenne non c’era molto da fare.