Pagelle Fiorentina-Sampdoria: Ferrara ferma i viola al Franchi (FOTO & VIDEO)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:12

Pagelle per un ottimo posticipo valido per la 15^ giornata di campionato, dove la Sampdoria ferma i viola che si fanno agguantare e superare da un’Inter brutta, ma vincente. Tutti avrebbero puntato sulla Fiorentina nonostante l’emergenza attacco preannunciata, ma forse più per il campionato altalenante della Samp che per l’ottima stagione dei fiorentini. Eppure Ciro Ferrara ha sfruttato l’occasione e messo in difficoltà Vincenzino Montella a tal punto da passare addirittura in vantaggio e costringere i padroni di casa alla rimonta. Partita piena di cambiamenti di fronte, con squadre spaccate e caratterizzate da prestazioni che variano da settore a settore del campo. Ottimo Savic con la sua doppietta, ma anche Icardi, che anche se torna a casa senza marcature è stato fondamentale per quella di Krsticic e anche in occasione dell’autogol di Rodriguez.

Fiorentina (3-5-2)
Viviano 6: Respinge malissimo su Krsticic, ma il serbo lo grazia. I gol sono imparabili. Presente;
Savic 7,5: Segna una doppietta e non si fa saltare neanche una volta. Fa il suo ruolo e anche quello degli altri. Superbo;
Tomovic 5.5: Senza infamia né lode, tiene la fase difensiva, ma sbaglia troppi passaggi e in fase d’appoggio risulta inesistente;
Rodriguez 5.5: Una buona partita segnata da due errori pesantissimi. Si perde Krsticic e soprattutto entra nel pallone e insacca Viviano. Dr. Jekyll & Mr. Hyde;
Cuadrado 5.5: Corre tantissimo sulla destra e si da da fare per due, ma Berardi lo tiene bene. Poca precisione e concretezza nella metà campo avversaria;
Romulo 6-: Prestazione al limite della sufficienza per un giocatore che ha forse bisogno di un po’ di riposo. Sbaglia molti passaggi e non riesce ad inserirsi nei meccanismi offensivi della squadra, ma in fase di recupero dà il meglio di sé;
Pizarro 6.5: Un fallo di mano, proteste vane e inutili, poi capisce qual è l’atteggiamento vincente e cambia tutto: corre tantissimo per la squadra e con la squadra e delizia il Franchi con un calcio pregevole;
BorjaValero 7: Lui e Pizarro fanno girare la squadra. Crea, inventa, verticalizza e pennella il pallone più giusto per Savic che non spreca e porta in vantaggio la Fiorentina;
Pasqual 6,5: Un motorino che oscilla tra attacco e difesa con precisione in entrambi i settori. Suo è l’assist per il gol del pareggio finale, ma è solo uno dei tanti, ottimi cross;
Fernandez 5.5: Il suo dribbling diabolico gli fa quasi guadagnare un rigore, ma per il resto risulta non pervenuto. Perde lui la palla nell’incipit del 1-1 doriano;
El Hamdaoui 5: Unica punta tra lentezza e imbarazzo. Troppo prevedibile e mai pericoloso, resta ben al di sotto della sufficienza;
Seferovic dal 13′ st 6: Segna e gli viene annullato un gol, forse avrebbe potuto fare molto di più in 90′;
Aquilani
 dal 26′ st 6: Poco tempo per una grande prestazione. Fa quel che può e va vicino al 3-2;
Migliaccio dal 41′ st s.v.;
All. Montella 6.5: Giustificazione piena per il reparto offensivo spento, ma la Fiorentina soffre troppo le ripartenze della Samp.

SAMPDORIA (4-5-1)
Da Costa 6.5: Un vero miracolo su Aquilani, per il resto dà sicurezza al reparto difensivo. Nessuna colpa sui gol.
Mustafi 5.5: Forse un po’ timoroso in fase offensiva, ma gioca molto bene la sua partita difensiva e offre autorità alla squadra. Fallo inutile e brutto, come il rosso che segue.
Rossini 6: Buona partita, ma soffre i movimenti dei viola nei calci piazzati. Forse è lasciato solo un po’ troppo spesso.
Gastaldello 6,5: Arricchisce la squadra con sicurezza e governa bene le linee difensive, ma forse un po’ opaco rispetto al trascinatore dei bei tempi.
Berardi 6,5: Buona partita, soprattutto in fase difensiva. Argina Cuadrado alla perfezione, lavoro fondamentale e affatto semplice.
Krsticic 6.5: Si mangia un gol grande come una casa, espressione di un primo tempo sottotono, poi nel recupero ci mette la pezza e porta un punto in casa doriana.
Obiang 6: Perde un po’ troppe palle, ma in fase di interdizione è sempre ottimo. Partita oscillante in termini di prestazione tra il primo e il secondo tempo, mediamente sufficiente.
Maresca 6+: Lavora dietro le quinte per la realizzazione dell’ottima partita doriana. Non fa il frontman, ma va comunque oltre la sufficienza.
Tissone 7: Si occupa un po’ di tutto e lo fa bene. Stabilisce le geometrie del centrocampo blucerchiato e le sue scelte risultano vincenti sia in fase offensiva che in fase di recupero. Firma l’incrocio dei pali ed esce dal campo a testa alta.
Poli 5: Gioca troppo fuoriruolo e si vede. Defilato, non dà il meglio né il peggio, ma è semplicemente tagliato fuori dalle scene.
Icardi 7: Mette a ferro e fuoco la difesa viola da solo con velocità ed estro. Suo è lo splendido assist di testa che favorisce Krsticic per l’1-1 e ci mette lo zampino anche in occasione dell’autogol. Determinante.
Munari dal 27′ st s.v.;
Soriano
dal 37′ st s.v.;
Estigarribia
dal 41′ s.v.;
All. Ferrara 6.5: Nonostante la squadra sia decimata dalle assenze, Ferrara sfrutta l’occasione e ferma una Fiorentina in emergenza ridando segnali di speranza e buon gioco. Terzo risultato utile dopo la debacle delle precedenti 7 giornate di campionato.

http://www.youtube.com/watch?v=hptZ5nRv3NY