Calciomercato Fiorentina: Ramirez o G. Rossi, chi arriva a gennaio?

Gaston Ramirez e Giuseppe Rossi: il calciomercato della Fiorentina ruota attorno a questi due nomi. Per dare ulteriore qualità alla squadra che sta esprimendo il miglior calcio del campionato, Vincenzo Montella ha chiesto un rinforzo nell’unico reparto che sta incontrando qualche difficoltà. Fino ad ora, il tecnico gigliato si è aggrappato alla ritrovata (e insperata) vena realizzativa di Luca Toni – ad oggi, 4 reti in 11 partite, una ogni 123 minuti – e, soprattutto, al talento di Stevan Jovetic, che di gol ne ha già fatti 6. Per continuare a coltivare sogni di alta classifica, però, là davanti c’è bisogno di qualcosina in più.

Investimento importante – Gaston Ramirez è il primo nome sul taccuino di Daniele Pradè. Complice un infortunio muscolare che lo ha tenuto lontano dai campi per più di un mese, l’uruguaiano sta deludendo le attese del Southampton, che quest’estate ha fatto un investimento importante (14 milioni) per prelevarlo dal Bologna e strapparlo alla folta concorrenza dei grandi club italiani e stranieri. Le dichiarazioni del giocatore, che qualche giorno fa ha caldeggiato l’ipotesi di un ritorno nel calcio nostrano (“Sarebbe bello tornare a giocare in Italia e per la Fiorentina: è una squadra che diverte“), hanno stuzzicato la dirigenza viola, che già in estate aveva provato a portarlo a Firenze. I primi contatti sono già stati avviati, ma toccherà a Ramirez fare pressione sul club perché lo lasci partire già a gennaio, magari in prestito.

Rientro vicino – Discorso decisamente diverso quello relativo a Giuseppe Rossi, che al Villarreal sta vivendo una situazione surreale. L’incredibile retrocessione dell’anno scorso ha obbligato il Sottomarino Giallo a vendere diversi i pezzi da novanta: Pepito, però, è stato costretto a rimanere a causa della doppia lesione del legamento crociato, che ha allontanato le pretendenti più interessate. Dopo essere arrivata per prima su Gonzalo Rodriguez e Borja Valero, la Fiorentina potrebbe calare il tris: tra un paio di mesi l’attaccante azzurro tornerà disponibile e potrebbe essere di grande aiuto alla causa di Montella. Il prezzo di Pepito è crollato, con 8-10 milioni l’affare si chiuderebbe subito. A patto, naturalmente, che il giocatore sia veramente guarito: è questa l’unica perplessità che sta bloccando la dirigenza viola.

photo credit: Viva la Resistance! via photopin cc