Giunge al termine la battaglia legale tra i parenti di Bob Marley

E’ di nuovo pace nella famiglia di Bob Marley. I parenti del compianto re del reggae erano invischiati in un bel groviglio legale: la vedova di Marley, Eva, insieme a nove dei suoi figli aveva fatto causa al fratellastro del cantante, Richard Booker, reo di essersi appropriato indebitamente dell’immagine e del nome di Bob Marley. Booker aveva infatti usato il nome e l’effige del cantante per la sua linea di prodotti ed eventi, che includeva tra l’altro prodotti alimentari a base di pesce ed energy drinks. Lui si era difeso – anzi, aveva fatto contro-causa – dicendo che lo stesso Marley, prima di morire, gli aveva dato il consenso per effettuare l’operazione. Ad ogni modo, secondo quanto riportato da Tmz ora la causa è decaduta: le due parti, a quanto pare, hanno seppellito l’ascia di guerra, risolvendo la questione con un accordo privato di cui non è dato conoscere gli estremi.

Pace fattaMichael I. Santucci, avvocato di Booker, ha reso nota la sua soddisfazione a i microfoni di Tmz: “E’ un caso delicato perchè c’è in gioco l’eredità di un grande uomo. Per quello che l’ho conoscouto, Bob Marley sarebbe molto felice di sapere che la sua famiglia adesso è in pace. Tutte e due le parti erano felici dell’accordo preso”. Intanto, la Kaplan International Colleges ha reso noto che le canzoni e i testi di Bob Marley sono i più usati dagli stranieri per imparare l’inglese; insomma, a volte la bella musica non è solo piacevole, ma anche utile.

photo credit: Dredrk aka Mr Sky via photopin cc