Calciomercato Milan, Raiola gela i tifosi: “Balotelli costa troppo”

Balotelli non è un sogno“, queste le parole di Silvio Berlusconi nel prepartita di Champions League con lo Zenit. Il presidente rossonero ha poi aggiunto dopo il match: “Come mai ho detto che Balotelli non è un sogno? Perchè io non sogno mai“. Le sue parole hanno acceso le fantasie dei tifosi rossoneri, che hanno pensato ad un futuro a San Siro per SuperMario. A raffreddare i bollenti spiriti della tifoseria milanista ci ha pensato però Mino Raiola, agente di Balotelli, che ai microfoni di Sky Sport ha commentato così: “Balotelli costa quanto la Gioconda e nessuna squadra italiana se lo può permettere“. Nessun futuro rossonero quindi per lui, almeno dando retta alle parole del potente procuratore.

Rapporto difficile – Quel che è certo è che al Manchester City non tira aria buona: fresco di eliminazione da ogni competizione europea, Roberto Mancini non è sicuro della sua permanenza sulla panchina dei citizens e ciò non fa altro che aumentare la tensione. Tensione che si ripercuote anche nel rapporto, mai sereno, fra il tecnico di Jesi e l’attaccante ex Inter: anche nel match di ieri sera col Borussia Dortmund, decisivo per la conquista di un posto in Europa League, Balotelli è entrato solo al 20′ della ripresa, segno che nelle gerarchie di Mancini vengono prima Aguero, Dzeko e tutti gli altri. Probabilmente con un’offerta da 25 milioni il City dello sceicco Mansour darebbe il via libera. Tuttavia, a meno che Galliani non riesca a mettere in piedi una trattativa come quella che portò Ibrahimovic al Milan, Balotelli potrà giocare con El Shaarawy soltanto in nazionale.