Natale povero, consumi oltre il 3% in meno rispetto al 2011

Natale povero, meno consumi – Il Natale 2012 è alle porte, ma la crisi non fa sconti e le feste di quest’anno saranno più povere dell’anno scorso. A dicembre, infatti, gli italiani spenderanno circa 36,8 miliardi di euro contro i 38 miliardi spesi nel 2011, un calo di oltre il 3 %. Lo stesso vale per i consumi per via delle festività: 10,7 miliardi contro gli 11 dell’anno precedente. Secondo il sondaggio Confesercenti-Swg, per 19 milioni di italiani questo sarà il peggior Natale dal 2010sette italiani su dieci risparmieranno sui regali, spendendo ancora meno dell’anno scorso. Solo il 2% segnala di voler aumentare le spese. Oggetto dei regali di Natale saranno libri (gli acquisti sono passati dal 51% al 55%) e prodotti alimentari, soprattutto vini. Calano invece gli acquisti dei giocattoli e dei gioielli. Passa dall’11% al 17% l’acquisto on-line, sebbene si prediliga ancora quello “reale”. Per gli auguri, nonostante la tradizionale cartolina rimanga ancora al primo posto, ci saranno i social network ad aiutarci a risparmiare qualcosina.
Inoltre la tredicesima verrà utilizzata per pagare tasse e mutui, anche se non tutti la percepiscono. Infatti, sempre secondo il sondaggio Confesercenti-Swg, l’anno scorso il 23% del campione dichiarava che nella propria famiglia nessuno prendeva la tredicesima e quest’anno la percentuale sale al 28%.
Ultima percentuale, positiva: il 54% degli italiani si affida alla speranza proprio per il Natale, dimenticando per un attimo crisi, mutui e futuro incerto.

photo credit: amanky via photopin cc