Don Gallo: “Almeno 5 Apostoli erano gay” (video)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:14

Un Don Gallo inarrestabile, come sempre del resto, è intervenuto all’evento menghino Bookcity, presentando il suo ultimo libro che vanta un titolo davvero calzante ed intriso di vera cristianità: “Il Vangelo degli ultimi“. Ed è proprio per questi “ultimi” che Don Gallo si spende senza posa, i suoi tossici o drogati, come li chiama affettuosamente dei quali si prende cura presso la sua comunità in quel di Genova. Ma gli ultimi, e Don Gallo lo sa bene e ce lo ricorda proprio in questo breve video, realizzato per voi da NewNotizie, non sono soltanto i tossici, i deboli i malati o gli alcolisti. Gli ultimi sono coloro che il nostro sistema di valori vuole vedere occultati, sono coloro che disprezziamo soltanto perché diversi.

E allora eccolo Don Gallo, incazzato come non mai, che parla dei suoi amici Transessuali, quelli che stanno in strada a prostituirsi, delle donne ancora schiacciate da una società maschilista ma, soprattutto, della nostra incapacità di comprendere le diverse nature umane. Arriva come una bomba la sua asserzione, in una sala gremita di persone di ogni età, che pendono dalle sue labbra: “Secondo me fra gli Apostoli almeno 5 erano omosessuali, sicuro! Cosa dovevano fare, è normale” e poi tuona, riferendosi a chi ritiene l’omosessualità un problema: “Problema gay? E’ vostro il problema, siete indietro non di 200 anni ma di 5000, prigionieri di una morbosità.” Parole sante dette da un ministro di Dio che ha a cuore, come insegnano le Sacre Scritture, il prossimo.

Parole che fanno riflettere perché portano a dover ammettere che non sono gli omosessuali ad avere un problema: è la maggioranza del mondo ad averlo ma, essendo in superiorità numerica, non  riesce a fare un passettino in più. Morbosità, oscurantismo, pulpiti: Don Gallo prende le distanze da questo andazzo che spesso contraddistingue i ferventi attivisti religiosi, alla ricerca spasmodica di qualche rogo da appiccare. L’amore, quello vero, anche sessuale, secondo il celebre sacerdote, è una delle manifestazioni più alte di Dio. Per molti atei e agnostici, invece, l’esistenza di Don Gallo è una delle poche possibili manifestazioni di Dio.

photo credit: brixton21 via photopin cc

[jwplayer config=”Video in articolo” mediaid=”669466″]