Grammy Awards 2013, i “tagliati fuori” dalle nomination

A pochi mesi dalla cerimonia dei Grammy Awards, in programma a Los Angeles il 10 febbraio, è un gran parlare non tanto per i nomi in lizza, quanto per quelli dei “tagliati fuori” dalle ambite nomination… Vera sorpresa è non trovare tra gli artisti in gara l’apprezzato Justin Bieber, al quale il 2012 ha regalato grandi soddisfazioni, come la tripletta di statuette agli “American Music Award 2012” e prima agli “Mtv Ema 2012”. A scatenare le teenagers di tutto il mondo, anche la mancata nomination degli “One Direction”. Altro artista molto gettonato ed inesorabilmente “scartato” dalle nomination ai Grammy Awards è il rapper coreano PSY, che con la sua “Gangnam Style” ha di recente conquistato il record di “video musicale più seguito” nella storia di YouTube.

Non soltanto cantanti emergenti tra i “tagliati fuori” dalle nomination dei Grammy Awards… Le due regine del pop, Lady Gaga e Madonna, sono tra le grandi snobbate di questa edizione, seguite dalla giovane Nickj Minaj. Rihanna ha invece conquistato un posto nella categoria minore “Best Rap/Sung Collaboration”.

Vera rivelazione dell’anno, almeno nelle nomination dei Grammy Awards 2013, è la band “Fun”: tra l’album “Some Nights” e il singolo apripista “We Are Youg”, essi hanno assediato le categorie più importanti di “Best New Artist”, “Record Of The Year” e “Album Of the Year”. A prendere il posto dei precedenti colossi della musica internazionale, la giovane Taylor Swift con il brano “We Are Never Ever Getting Back Together”, in corsa per la statuetta in “Record Of the Year”, e Kelly Clarkson, nominata in più categorie grazie alla sua “Stronger (What Doesn’t Kill You)”. Tra gli altri artisti plurinominati, anche Frank Ocean, Mumford & Sons, Jay-Z, Kanye West e Dan Auerbach dei Black Keys.

photo credit: kindofadraag via photopin cc