Il ritorno di Riquelme si tinge di giallo

La vicenda di Juan Román Riquelme sta assumendo sempre più i connotati di una vera e propria soap opera.

Il mese scorso c’era stato un riavvicinamento tra il fantasista e la squadra boquense, ma in questi giorni è stato il presidente Angelici a uscire allo scoperto, rispondendo a quanti gli chiedevano circa il ritorno del numero 10: “Se Riquelme vuole tornare, deve parlare con noi, non con le televisioni“. Riquelme non l’ha presa benissimo, convinto forse che la dirigenza gialloblu debba corteggiarlo a lungo prima di avere un suo ‘sì’.

E’ poi arrivata puntuale la risposta del calciatore: “Non appartengo più al Boca , quindi il presidente non deve firmare nulla per un mio trasferimento. Dopo la finale col Corinthians, si era parlato molto di un mio ingaggio in Brasile e sono stato vicinissimo al Cruzeiro. Poi però il presidente non ha firmato il trasferimento e non ho avuto la fortuna di andare a giocare lì“.

L’argentino ex Villarreal ha nuovamente parlato dell’interesse del Santos nei suoi riguardi, aprendo a un approdo in Brasile per chiudere la sua carriera: “Il Santos mi ha contattato di recente. Adesso dobbiamo vedere se c’è l’interesse di qualche altro club brasiliano”.

Il centrocampista argentino ha cosi’ confermato le voci che lo vorrebbero presto in campo con un club brasiliano. “Neymar e’ uno dei piu’ grandi giocatori in circolazione assieme a Messi e Cristiano Ronaldo”, ha aggiunto Riquelme parlando del giocatore simbolo del Santos ed elogiando il livello delle squadre del campionato in Brasile. L’argentino è fermo da luglio quando ha giocato la finale di Coppa Libertadores persa dal Boca Juniors col Corinthians.