Zingaretti si dimette dalla Provincia di Roma

Poche ore dopo la firma del prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, del decreto che indice le prossime elezioni regionali del Lazio, istituite per il prossimo 3 e 4 febbraio, così come stabilito dal Tar, sono arrivate le dimissioni da parte di Nicola Zingaretti, presidente della Provincia di Roma, ora candidato governatore del Lazio per il centrosinistra.

Nicola Zingaretti rassegna le sue dimissioni – Le dimissioni di Nicola Zingaretti, che è stato a Palazzo Valentini per 1.684 giorni, ovvero dal 28 aprile del 2008, quando vinse al ballottaggio contro Alfredo Antoniozzi, candidato del Pdl, sono state consegnate dallo stesso Ungaretti alla presidente del consiglio provinciale di Roma, Giuseppina Maturani, e diventeranno efficaci dopo che saranno decorsi 20 giorni dalla consegna. Successivamente sarà la volta della campagna elettorale del candidato governatore del Lazio per il centrosinistra che dovrà scontrarsi contro i diretti avversari del Pdl, ma che potrebbe essere avvantaggiato dagli scandali che hanno colpito la giunta regionale del Pdl uscente.

Le dimissioni di Zingaretti – “Finalmente, con la firma del Decreto di indizione da parte del Prefetto Giuseppe Pecoraro, abbiamo una data certa, ufficiale e definitiva per lo svolgimento delle prossime elezioni regionali”, spiega Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: “Coerentemente con questa novità e con la mia scelta di candidarmi alla presidenza della Regione Lazio, ho consegnato le mie dimissioni che diventeranno efficaci decorso il termine di 20 giorni. Fino a quel momento continuerò ad essere al servizio dell’Istituzione che ho guidato con orgoglio in questi cinque anni”.