Depressione, mangiare pomodori aiuta a combatterla

Alla faccia di farmaci e psicologi, da oggi basta consumare qualche pomodoro in più per allontanare depressione e malumore… A rivelarlo è lo studio condotto dai ricercatori del Cina Tianjin Medical University, secondo i quali mangiare l’ortaggio rosso almeno due volte a settimana aiuta a prevenire tristezza e crisi depressive. Ciò è dovuto ad una sostanza benefica contenuta nel pomodoro, chiamata licopene: essa è infatti un noto antiossidante naturale ed in quanto tale previene i danni alle cellule cerebrali, così intervenendo attivamente sulla depressione.

Lo studio è stato condotto su un campione di 986 soggetti over 75, in quanto in tarda età si è più soggetti a crisi depressive. Di essi si è osservato salute mentale ed abitudini alimentari, scoprendo che chi consumava pomodoro, da due a sei volte la settimana, correva un rischio minore del 46% di soffrire di depressione, rispetto a chi invece lo consumava una sola volta alla settimana. Inoltre mangiare pomodori tutti i giorni fornirebbe una protezione dagli attacchi del malumore fino al 52%. Oltre al pomodoro, altri ortaggi e frutta influiscono in misura minore sul benessere psicologico, ad esempio cavoli, carote, cipolle e zucca. Basta dunque intensificare il consumo di questo ortaggio benefico nella dieta quotidiana per allontanare cattivi e tristi pensieri, della serie “la salute passa anche dalla tavola”…
photo credit: Maurizio Montanaro™ – ? via photopin cc