Pdl-Lega: riavvicinamento in vista?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:59

Lo “strappo” ufficializzato ieri da Angelino Alfano nell’Aula di Montecitorio potrebbe aprire a nuovi scenari e “rivitalizzare” intese considerate definitivamente archiviate. Come quella tra il Pdl e il Carroccio, che ha accolto con grande favore l’affondo assestato dagli ex alleati al fianco dei Professori.

A documentarlo è stato, ad esempio, un recente tweet del segretario della Lega, Roberto Maroni, che agli ex compagni di governo ha mandato a dire: Forza Cav, forza Alfano, fuori gli attributi; a casa Monti  e ridiamo la parola al popolo”. Tanto quanto basta a far pensare a un’imminente “riappacificazione” tra i due schieramenti, confermata da Umberto Bossi in persona che, ad alcuni cronisti incrociati in Transatlantico, avrebbe addirittura confidato che l’accordo con il Pdl per le elezioni regionali in Lombardia sarebbe già stato siglato.

“Forse Bossi ha informazioni che io non ho o forse ha solo espresso un auspicio – ha corretto a stretto giro Maroni – Per ora non c’è nessun accordo in corso con il Pdl in Lombardia”. Dove la disputa contro Gabriele Albertini (sponsorizzato dai ciellini) e contro il candidato di centrosinistra, Umberto Ambrosoli, si fa sempre più aspra e carica di polemiche.

Ma stando alle voci circolate negli ultimi giorni, una sorta di “trattativa” tra la Lega e il Pdl sulla partita lombarda sarebbe effettivamente stata avviata. E avrebbe contemplato la possibilità di un ticket con Maroni governatore e un pidiellino (forse Mantovani o Podestà) a occupare la casella della vicepresidenza. Suggestioni ufficiose, che lo stesso leader della Lega ha finora ripetutamente smentito.

Anche perché per Maroni esiste una conditio sine qua non è impossibile ipotizzare qualsiasi eventuale riavvicinamento con gli ex alleati. “Io resto a vedere se il Pdl mantiene la parola data e toglie il sostegno al governo Monti – ha tagliato corto il padano – Se il Pdl passerà all’opposizione, si potrà magari cominciare a discutere, ma fino ad ora sono in campo solo delle ipotesi”.