Del Neri ormai appeso a un filo

Del Neri rischia la panchinaGenoa non parla. Il presidente Preziosi ha preso questa decisione dopo la sconfitta della propria squadra sul campo del Pescara. Brutta prestazione dei grifoni in uno scontro diretto, l’ennesimo ko di questa stagione ha reso incandescente l’ambiente. Dopo il 2-0 per gli abruzzesi né il tecnico, né i giocatori rossoblù si presentano per commentare la propria prestazione, così come riferito dall’ufficio stampa del club ligure.

Si respirava un clima pesante all’interno degli spogliatoi dell’Adriatico: sono volate parole grosse fra l’allenatore e i giocatori nello spogliatoio, segno che la crisi di risultati sta minando anche la fiducia interna nei rapporti fra il gruppo e il suo timoniere, capace fin qui di centrare un solo successo a Bergamo con l’Atalanta a fronte di sette battute d’arresto che hanno fatto precipitare i grifoni al penultimo posto.

Un percorso costellato da prestazioni deludenti che hanno fatto rabbrividire i tifosi del Grifone in più di una circostanza, con l’episodio più eclatante registratosi la settimana scorsa a Marassi nel match contro il Chievo, quando i giocatori hanno rivissuto quei terribili momenti che avevano macchiato il finale della scorsa stagione.

Gira il nome di De Canio, che potrebbe tornare a sedersi sulla panchina rossoblù, ma la dirigenza vuole prendere altro tempo, decisive le prossime 24 ore. Già in questi minuti è in corso un colloquio tra il presidente Enrico Preziosi e il direttore sportivo Rino Foschi per discutere dell’allenatore.

Prima della sosta natalizia il Genoa affronterà il Torino a Marassi domenica prossima in quello che si preannuncia a tutti gli effetti come una sfida da dentro o fuori per la squadra genoana, e poi andrà a San Siro per cercare di bloccare l’Inter, impresa quest’ultima non di certo semplice. Il girone d’andata infine si concluderà con il match contro il Bologna sempre a Marassi.