Oregon: bambini di 7 e 11 anni tentano rapina a mano armata

In Oregon, nel parcheggio della chiesa Freedom Foursquare, è stata sventata una rapina a mano armata. Un atto di violenza finito bene, di cui si sono resi protagonisti due bambini di appena 7 e 11 anni. L’America è incredula e sotto shock per la gravità dell’accaduto. Gli investigatori stanno cercando di capire come i due bambini siano riusciti ad impossessarsi di un arma carica, una pistola calibro 22.

La scorsa domenica Amy Garret, di 22 anni, aspettava all’interno del furgoncino di famiglia i genitori davanti alla chiesa, quando i due piccoli armati si sono avvicinati e hanno cercato di intimidirla. «Stavo guardando Facebook sul telefonino – ha raccontato alla stampa la ragazza – I bambini si sono improvvisamente rivolti a me usando parole volgari e dicendomi di scendere dalla macchina». «Mi hanno detto che avevano una pistola ma non ci ho creduto, erano così piccoli..».

 Quando i bambini hanno mostrato la pistola Amy si è spaventata. “Ho capito che facevano sul serio, ho acceso il motore e ho fatto vedere che non c’era benzina nel sarbatoio: non andreste da nessuna parte», ha testimoniato la giovane. Il bambino più grande, di 11 anni, aveva in mano la pistola e ha chiesto alla ragazza di dargli immediatamente la collana, il telefono cellulare e tutti i soldi che aveva urlando: «Dacci dei soldi o ti facciamo saltare le cervella». Amy si è rifiutata di sottostare alle minacce e ha ingranato la retromarcia. Fortunatamente, poco prima che il bambino premesse il grilletto, è arrivata un auto della polizia e due ufficiali hanno bloccato i piccoli rapinatori. I bambini non sono stati arrestati, perché minori di 12 anni, e sono ritornarti dalle famiglie.