Pagelle Bologna-Lazio: Agliardi e Marchetti imbattibili, Hernanes delude

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:14

Pareggio senza reti del posticipo del lunedì fra Bologna e Lazio. Le due squadre si affrontano a viso aperto in un match che vede diverse occasioni da rete. Nel primo tempo Agliardi si oppone molto bene a Biava e Candreva, mentre è Marchetti ad essere chiamato in causa nella ripresa, con due grandi interventi su Gilardino e Pasquato. Raggiante Pioli nel post partita: “Oggi c’è stata grande intensità in campo soffrendo nel primo tempo, ma migliorando nella ripresa e con un po’ di fortuna avremmo potuto vincere questa gara. Il nostro è stato un percorso lungo e complicato, ma adesso siamo una squadra per spirito e atteggiamento“.

Bologna (4-3-2-1)

Agliardi 6,5: nel primo tempo salva per due volte il risultato con due grandi interventi;                                                      Motta 6: svolge il suo compito senza sbavature degne di nota;                                                                                                   Sorensen 6,5: la marcatura su Kozak è davvero da difensore navigato;                                                                            Antonsson 6: qualche incertezza, ma tutto sommato non sfigura;                                                                                          Cherubin 6,5: ottima prestazione, sempre concentrato. Da lui non si passa;                                                                               Perez 6: gioca solo 47′, mettendoci la solita grinta (3′ st Guarente 6,5: dà vivacità e sfiora un bellissima rete);               Taider 6,5: ogni volta che si affaccia nell’area avversaria son dolori;                                                                                              Khrin 6,5: quanti palloni passano dai suoi piedi. Metronomo (43′ st Pasquato s.v.);                                                    Diamanti 6,5: ci prova in tutti i modi, ma non è la serata giusta;                                                                                                        Konè 5,5: poco incisivo, è un po’ fuori dal gioco;                                                                                                                               Gilardino 6: offre sponde e sfiora il goal, peccato arrivi in ritardo su un bel pallone di Konè;                                                   All. Pioli 6,5: bel Bologna il suo, che davanti ad una grande come la Lazio non si intimorisce e a tratti la mette sotto.

Lazio (4-2-3-1)

Marchetti 6,5: il migliore dei suoi, si supera su due conclusioni di Gilardino e Pasquato;                                              Cavanda 6,5: nonostante i soli 20 anni gioca una partita molto attenta e precisa;                                                                     Biava 6: puntuale in chiusura. Agliardi gli nega la gioia del goal;                                                                                                                                                                                                                                   Ciani 6: partita solida del centrale biancoceleste. L’intesa con Biava sta aumentando;                                                              Radu 6: si limita a contenere, ma lo fa molto bene;                                                                                                                           Ledesma 5: deludente, soprattutto perchè sbaglia le cose che di solito gli riescono meglio;                                       Candreva 6,5: altra ottima prova per lui. Anche nel suo caso è Agliardi a frapporsi fra lui e la rete (33′ st Klose s.v); Hernanes 5: insieme a Ledesma non riesce a prendere per mano i suoi. E si vede;                                                                Gonzalez 5,5: nè carne nè pesce. Difende così così e attacca male;                                                                                                                                                                                                                                 Kozak 5: mezzo voto in meno per l’espulsione. Per il resto si sbatte parecchio anche in fase di contenimento, ma non trova lo spunto decisivo;                                                                                                                                                                                                                               Petkovic 5: la sua Lazio è apparsa scarica. Con l’Inter ci vorrà ben altro.

http://www.youtube.com/watch?v=breyChoyvQ0