Regali di Natale: creatività e risparmio a braccetto

È iniziato il conto alla rovescia, la magia del Natale che si sta avvicinando ha già vestito a festa le città e i paesi; ovunque splendono luci variopinte, gli alberi addobbati con strisce e palline colorate fanno bella mostra di sé in piazze, sui balconi e nei negozi. È tempo di regali, ma i soldi da spendere sono pochi. La crisi economica, si stima che i consumi caleranno del 3% rispetto al 2011, obbliga le famiglie a rivedere il budget da spendere facendo in modo che si consumi di meno. Se a certe cose, però, non si può proprio rinunciare, per le altre, si punta al massimo risparmio. C’è ancora tempo per trovare soluzioni simpatiche ed originali, ma nello stesso tempo economiche ed utili: quindi serve un po’ di ingegno, creatività e un pizzico di fretta. Muoversi all’ultimo minuto è controproducente e soprattutto più costoso. Sugli addobbi si può risparmiare facendoli in casa, per i regali si può puntare su quello che si ha o su qualcosa che  comunque è utile.

Alcuni consigli. Visto che per i bambini, i genitori, non faranno rinunce, per amici e parenti si cercherà di spendere meno senza fare brutta figura, si cercheranno cioè prodotti a costo contenuto, ma non per questo di qualità inferiore anche se saranno in molti a puntare su qualcosa fatto con le proprie mani. Per chi sa lavorare a maglia, ricamare, fare decupage o dipingere un dono fai- da -te è sempre una buona idea, si fa quasi certamente un figurone perché si presenta alla persona cara qualcosa di unico e che è stato pensato e confezionato appositamente. Regalare, ricamata a mano, la tovaglia che si potrà usare per le Feste, o il corredo che servirà in cucina, potrebbe essere una delle mosse vincenti. Se si pensa al periodo natalizio, però, si pensa anche ai grandi pranzi e ai tanti momenti di ritrovo con parenti ed amici e quindi si potrebbe  regalare un cesto alimentare con marmellate, torte, biscotti, e dolci casalinghi per scambi culturali da famiglia a famiglia, ma anche per poter così donare qualcosa in grado di riempire al meglio i momenti insieme. Un regalo mangereccio, in fondo, può risparmiare a chi lo riceve la necessità di andare a comperare il prodotto. Si può donare, infine, il proprio tempo offrendosi anche come tutto fare: per questo regalo basta un bigliettino d’auguri con le indicazioni del periodo che si offre per, ad esempio, portare a casa la spesa dal supermercato, accudire i bambini, lavare i patti dopo i grandi pranzi o pulire casa prima dei party. Qualcuno potrebbe obiettare che anche il tempo è denaro, ma in fondo, se si vuole fare un regalo, qualcosa bisogna pur ‘spendere’.

photo credit: Luz Adriana Villa A. via photopin cc