Salsi e Favia fuori dal Movimento Cinque Stelle

In un breve post apparso sul suo blog, Grillo ha dichiarato di aver ritirato l’utilizzo del logo del MoVimento 5 Stelle” a Federica Salsi e Giovanni Favia, attivisti impegnati ma anche dissidenti, finiti in bufere mediatiche dopo alcuni loro interventi in talk show televisivi (la partecipazione ai quali  è “fortemente sconsigliata”). “Li prego di astenersi per il futuro a qualificare la loro azione politica con riferimento al M5S o alla mia figura – ha continuato Girllo, aggiungendo di augurare loro la continuazione della  – loro brillante attività di consiglieri”. Il brevissimo comunicato appare esattamente a fianco del video post-parlamentarie in cui Grillo dichiara guerra a chi (a suo dire) gli sta facendo la guerra, da dentro, ma è anche accompagnato da un altri video, dai toni più scherzosi, che illustra le differenze tra i partiti tradizionali e i Cinque Stelle.

Fuori dalle palle. Nel video, dai toni molto seri, il megafono dei Cinque Stelle non ha usato mezzi termini.  “Se c’è qualcuno che reputa che io non sia democratico, che Casaleggio si tiene i soldi, che io sia un disonesto, prende e va fuori dalle palle, se ne va, se ne va dal Movimento, e se ne andrà dal Movimento”. La guerra, se proprio ci deve essere, il comico la vuole da fuori e non da dentro. Il video-messaggio ha suscitato non poche polemiche, visti i toni duri e ben poco interpretabili. La democrazia nel Movimento Cinque Stelle è in effetti tema dibattuto da sempre.  Va anche detto che fin da subito le regole sono state piuttosto chiare. Che poi chiunque debba essere libero di esprimere il proprio parere è cosa anche  fin troppo scontata ma, sembra essere la tesi di Grillo, anche in uno spazio completamente libero, alcune regole bisognerà pur seguirle.

http://www.youtube.com/watch?v=0t5sYGylgzI