Barcellona: cocaina nelle protesi del seno, arrestata

Cocaina nelle protesi del seno. Una 20enne proveniente da Panama è stata fermata per un controllo di routine all’aeroporto internazionale di Barcellona. La polizia aeroportuale ha subito notato una vistosa fasciatura sotto il seno, dalla quale la ragazza stava perdendo sangue. La “scusa di  un’operazione di chirurgia estetica appena terminata e conseguenti ferite non rimarginate ha allarmato i militari che hanno immediatamente condotto la giovane all’ospedale, pur contro la sua volontà, per controlli più approfonditi. I medici, nel rimuoverle le protesi del seno, hanno scoperto che vi erano stati nascosti ben 60.000 euro di cocaina.

Le buste di polvere bianca erano stati inserite all’interno delle protesi mammarie chirurgicamente, allo scopo di  eludere la sicurezza dell’aeroporto. I controlli ordinati dai militari della dogana hanno rivelato che si trattava di un tentativo di contrabbando di droga nella città spagnola. I voli provenienti dal Sud America, dove si produce la maggior parte della cocaina smerciata nel mondo, sono sempre sottoposti a verifiche più approfondite.

Quando i medici hanno rimosso le bende della presunta operazione chirurgica, dalle ferite sono spuntati dei sacchetti bianchi, al loro interno c’era cocaina purissima. “Di persone che vogliono contrabbandare droga ne vediamo ogni giorno, ma è la prima volta che troviamo impianti al seno di questo genere”, hanno commentato i poliziotti che hanno assistito alla vicenda.

photo credit: JLM Photography. via photopin cc