Justin Bieber stava per essere ucciso e castrato

Justin Bieber, ucciso e castrato – Brutta storia per Justin Bieber, il cantante più amato dagli adolescenti (e non). Ieri un detenuto americano, Dana Martin, in cella per aver struprato e ucciso una ragazza di 15 anni, ha confessato non solo di essere ossessionato da Bieber (facendosi tatuare persino il volto del cantante sulla gamba), ma di aver preparato un piano per castrarlo e poi ucciderlo.
Per fare ciò si sarebbe servito di un suo amico, Mark Staake, ex detenuto e del nipote di quest’ultimo. Il piano si doveva mettere in atto il 28 novembre scorso, data in cui Justin si è esibito al Madison Square Garden di New York. Secondo quanto studiato da Martin, il nipote di Staake avrebbe dovuto strangolare con una cravatta (?) la guardia del corpo (una?) e Justin, per poi castrarlo con delle cesoie.
La cosa, però, non è andata in porto, perchè lo stesso Martin avrebbe confessato il complotto alla polizia. Il destino vuole che, nello stesso giorno, i due complici che avrebbero dovuto uccidere la star canadese siano stati arrestati per reati compiuti tra il 19 e il 20 novembre scorso.
La polizia, comunque, non ha accusato di tentato omicidio i due uomini, credendo sia stata una storia del tutto inventata da Martin. 

 

 

photo credit: cukuskumir via photopin cc