Una sigaretta al giorno raddoppia rischio morte improvvisa nelle donne

Una sigaretta al giorno, donne rischiano morte improvvisa – Sono tante le persone che non si ritengono fumatori se si limitano a una sigaretta al giorno. Da uno studio dell’ Università di Alberta, però, è emerso un dato scioccante e cioè che i cosiddetti fumatori “moderati”, che fumano da 1 a 14 sigarette, non corrono meno rischi dei fumatori “incalliti”. Lo studio ha riguardato le donne fumatrici.

Lo studio – I ricercatori canadesi hanno condotto uno studio, coordinato da Roopinder Sandhu, che ha coinvolto oltre 100 mila infermiere seguite per 30 anni. Gli studiosi hanno messo a confronto i dati relativi ad abitudini e stili di vita delle donne, in media tutte sopra i 35 anni, con i dati sui decessi intercorsi durante i 30 anni di durata dello studio. Si è osservato che anche quelle che hanno fumato poche sigarette al giorno, anche una sola, hanno un rischio di morte per attacco cardiaco improvviso è doppio rispetto alle non fumatrici.
La morte per arresto cardiaco improvviso, se si verifica prima dei 35 anni, in genere ha cause genetiche, ma se avviene dopo i 35, allora è dovuto quasi sempre ad una patologia coronarica.
Un rischio doppio, quindi, per le fumatrici rispetto alle non fumatrici; un rischio che aumenta dell’8% ogni 5 anni.
Al contrario, il rischio ritorna ai valori di un non fumatore dopo 20 anni dall’ultima sigaretta.

photo credit: Fabiana Zonca via photopin cc