Benedetto XVI contro le nozze gay: “Offesa alla persona”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:18

Oggi, in occasione della Giornata Mondiale sulla Pace, Papa Benedetto XVI nel suo discorso ai fedeli, ha rilasciato alcune dichiarazioni che hanno suscitato non poche polemiche, soprattutto nella società Lgbt. Le sue parole, che hanno interessato vari ambiti, dalle relazioni omosessuali all’aborto, passando per l’eutanasia, hanno rappresentato una bocciatura senza mezzi termini: no alle nozze gay, no all’eutanasia, no all’aborto.

Il messaggio del Papa – Nel suo messaggio per la Giornata mondiale della pace, Papa Ratzinger ha affermato che i “tentativi di rendere il matrimonio fra un uomo e una donna giuridicamente equivalente a forme radicalmente diverse di unione sono un’offesa contro la verità della persona umana e una ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace”. Stando alle parole del Papa, le unioni tra le persone dello stesso sesso, oltre che essere contro natura, distruggono la società attuale, sradicando dalle fondamenta quelle che sono le basi della famiglia. “La struttura naturale del matrimonio va riconosciuta e promossa, quale unione fra un uomo e una donna, rispetto ai tentativi di renderla giuridicamente equivalente a forme radicalmente diverse di unione che, in realtà, la danneggiano e contribuiscono alla sua destabilizzazione, oscurando il suo carattere particolare e il suo insostituibile ruolo sociale”.

Il messaggio del Papa contro aborto ed eutanasia – I tentativi di rendere giuridicamente equivalenti le unioni omosessuali ai matrimoni tra uomo e donna, qui in Italia ancora impossibile, mentre in altri stati europei e mondiale oramai è una realtà conclamata, sono un vulnus per la giustizia e la pace, così come sostenere l’aborto o l’eutanasia minaccia il diritto alla vita e la realizzazione della vera pace. Questo sostiene Papa Benedetto XVI, che nel suo discorso ai fedeli ha parlato anche di eutanasia ed aborto. “Coloro che non apprezzano a sufficienza il valore della vita umana e, per conseguenza, sostengono per esempio la liberalizzazione dell’aborto, forse non si rendono conto che in tal modo propongono l’inseguimento di una pace illusoria”.