Juventus, Bendtner out per 3 mesi

L’attaccante danese della Juventus, ancora in attesa della sua prima marcatura, si è infortunato addirittura in Coppa Italia con il Cagliari. Gli esami strumentali hanno evidenziato problemi agli adduttori della coscia. Non bastavano le critiche che hanno seguito il suo arrivo a Torino, ma ci si doveva mettere anche un infortunio, peraltro maturato in una delle pochissime partite che ha giocato quest’anno. “Grazie mille a tutti per il vostro sostegno e per i tweet ricevuti; incrocio le dita affinché l’ecografia vada bene e che io possa ritornare presto in campo. Sto pregando per questo”, scriveva ieri sera su Twitter Nicklas, ma la sua preghiera è stata disattesa dall’esito degli esami.

Nickas Bendtner sarà dunque lontano dai campi per almeno tre mesi. Brutta faccenda in casa Juventus, già al centro di forti polemiche per una scelta di mercato che hanno capito in pochi. Prima del suo arrivo si parlava di un top player, un giocatore di peso che avrebbe cambiato le sorti dell’attacco Juventino. Un acquisto prestigioso, come potrebbe essere Drogba, nonostante l’età. Invece è arrivato Bendtner, un giocatore dell’Arsenal in giro per il mondo. Peraltro un attaccante che ha visto il campo con il cannocchiale, per poi farsi male seriamente (gli auguriamo una pronta guarigione, ndr) e star fuori fino alla fine del campionato almeno. La voglia di cercare la sua prima rete, insomma, era tanta che al 44′ minuto viene sostituito per infortunio e poi, dopo una notte passata a sperare e pregare, la notizia. 90 giorni di stop.

L’assenza del danese porterà senz’altro un deciso cambiamento dell’atteggiamento della Juve in ambito di calciomercato. Non potrà dunque permettersi di farsi sfuggire ghiotte occasioni come Drogba e Llorente, ma se anche non riuscisse ad addivenire a un accordo, il club della zebra dovrà senz’altro metterci una toppa per evitare, tra Campionato, Champions League e Coppa Italia, di ritrovarsi a corto di giocatori. Intanto il Milan passa e raggiunge la Juventus ai quarti per un nuovo big match.