Kate Middleton, una lettera conferma il suicidio dell’infermiera

Il Regno Unito e tutto il mondo continua ad essere impressionato per la morte di Jacintha Saldanha, l’infermiera vittima del famoso scherzo telefonico ideato da due speakers australiani per estorcere informazioni sulla gravidanza di Kate Middleton. L’autopsia sul corpo della Saldanha conferma che si è trattato di suicidio: in particolare, l’infermiera si sarebbe tolta la vita tre giorni dopo la telefonata, impiccandosi  nel suo appartamento nel quartiere di Marylebone a Londra. Cosa abbia spinto la 46enne ad un gesto tanto estremo non è dato saperlo, eppure proprio in questi giorni sono saltate fuori alcune lettere di addio, scritte dall’infermiera poco prima di morire…

Pare che nella prima lettera la Saldanha abbia citato la radio australiana 2Day FM e lo scherzo telefonico da essa subito, a conferma del fatto che il suo suicidio e la telefonata dei due speakers siano in qualche modo collegati. Nel secondo biglietto l’infermiera ha invece dato indicazioni sul suo funerale, mentre nella terza lettera pare che vi sia una serie di critiche al personale del King Edward VII’s Hospital. Consegnate le lettere alla famiglia della donna, la Polizia ha avviato le indagini sulle ultime telefonate ed email della vittima. Intanto in Australia si sta indagando su una lettera, inviata allo speaker Michael Christian e contenente minacce di morte, al fine di determinarne l’origine. Attualmente Christian e la collega Mel Greig si trovano in un luogo sconosciuto, al riparo da minacce e offese, mentre continuano i controlli sull’attività della Sydney 2Day FM, per verificare la presenza di gravi violazioni della privacy.