Il Festival di Sanremo spostato per le elezioni politiche?

Il Festival di Sanremo potrebbe essere spostato a causa delle elezioni politiche. Infatti nel caso in cui le elezioni politiche dovessero essere fissate nella settimana in cui è prevista la messa in onda della 63sima edizione del Festival della Canzone Italiana, ossia dal 12 al 16 febbraio, la kermesse musicale sarà spostata per garantire la par condicio. Di questo ne parla Fabio Fazio, conduttore dell’edizione 2013 del Festival di Sanremo. “Se si dovesse votare nella settimana prevista del Festival per noi sarebbe un disastro, ma comprensibilmente non si potrebbe che spostare il Festival. Se invece la data fosse lontana sarebbe più logico e conveniente tenere il lavoro svolto fino a qui”, ha dichiarato Fazio in un’intervista al Tg1.

Al Tg1 Fabio Fazio parla anche della scelta di far gareggiare i cantanti con due brani inediti. “Fissando l’esecuzione di due canzoni coloro che ci hanno mandato i pezzi hanno colto un’opportunità perchè due canzoni, eseguite una di seguito all’altra, consentono all’artista di fare una vera performance”. Poi il conduttore, che sarà affiancato da Luciana Littizzetto, difende la scelta dei 14 Big ed in patrticolare alla decisione di ammettere in gara tre ex concorrenti dei talent show: Annalisa Scarrone da Amici, Marco Mengoni e Chiara Galiazzo da X Factor. “Se il Festival deve rappresentare la contemporaneità, la fotografia della musica italiana di oggi, il senso è quindi quello di essere nell’oggi, con chi fa la musica italiana oggi e oggi il pop arriva dai talent. Ma soprattutto gli autori importanti scrivono per i protagonisti dei talent e quindi oltre alle voci ci sono delle belle canzoni”.