Condannato per abusi su suora, prete minaccia: “Attenti a Gesù”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:33

Giudici della Corte d’appello di Catanzaro hanno confermato la pena a nove anni e tre mesi nei confronti di Padre Fedele Bisceglia, il sacerdote cosentino accusato di abusi sessuali nei confronti di una suora. Il prete, famoso per essere un grande tifoso della squadra del Cosenza e per essere apparso in tv con la sciarpa dei ‘Lupi’, era stato condannato per il reato di abuso sessuale il 6 luglio 2011, dal tribunale di Cosenza.

Condanna confermata per Padre Fedele Bisceglia che abusò di una suora – Padre Fedele Bisceglia è accusato di violenza sessuale, perpetuata in particolare in cinque episodi che sarebbero successi a cavallo fra il febbraio e il giugno del 2005. A denunciare gli abusi sessuali da parte di Padre Fedele Bisceglia fu una suora di 45 anni. La versione della donna fu sostenuta dalle superiori e dalle consorelle. Il processo ai danni del frate è stato lunghissimo e, proprio perché il protagonista era un personaggio oltre che religioso anche televisivo, la sua vicenda ha catalizzato l’attenzione di tv e giornali.

Condanna anche per il segretario del frate – Oggi la Corte d’appello di Catanzaro, dopo 3 ore di camera di consiglio, ha confermato la condanna nei confronti di Padre Fedele Bisceglia, inflitta lo scorso anno al frate, che prevede 9 anni e 3 mesi di reclusione per violenza sessuale su una suora. Stessa decisione per il suo segretario, Antonio Gaudio, per il quale è stata confermata la condanna a 6 anni e 3 mesi. Alla lettura della sentenza erano presenti sia gli imputati che alcune suore contro le quali una parente di Gaudio ha inveito platealmente.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!