Calciomercato Napoli: Neto si avvicina, Nenè il nome nuovo

Calciomercato Napoli – La rivincita contro il Bologna, in programma stasera al San Paolo, in questo momento passa in secondo piano. Forse anche in terzo. Prima bisogna pensare al calciomercato e ad un paio di colpi da piazzare: il nome nuovo per l’attacco è quello di Nenè, in difesa l’obiettivo numero uno rimane Neto. Se la ricerca di un vice-Cavani era già un chiodo fisso del Napoli, Bigon avrebbe fatto volentieri a meno di inseguire un sostituto di Cannavaro. Le sentenze della Commissione Disciplinare, che ieri hanno decretato le squalifiche del capitano e di Grava e per i prossimi 6 mesi, obbligheranno il direttore sportivo azzurro ad un supplemento di lavoro diventato improrogabile.

Quattro per tre – In difesa la coperta si è fatta cortissima. L’ufficialità non è ancora arrivata, ma a gennaio Aronica vestirà sicuramente la maglia del Palermo. Al di là del fuori rosa Rinaudo e del giovane (e mai utilizzato in campionato) Uvini, là dietro rimangono Gamberini, Britos, Fernandez e Campagnaro: quattro uomini per tre maglie, decisamente pochi. L’ex centrale della Sampdoria resterà sicuramente fino alla naturale scadenza del contratto (con buona pace di Inter e Juventus, che dovranno aspettare l’estate per contenderselo), ma Mazzarri ha bisogno di (almeno) un rinforzo. Il primo nome sul taccuino di Bigon è quello di Luís Carlos Novo Neto, più semplicemente Neto, centrale che tanto bene ha fatto in questo primo scorcio di campionato.

Arrivederci Vargas – Il Siena sembra ormai rassegnato a perdere il portoghese, entrato nell’orbita dei club di mezza Europa (Shakhtar e Fenerbahce su tutti). Per meno di 8 milioni, però, non se ne libererà: in questo momento De Laurentiis è in vantaggio (“Ci sono stati contatti con il Napoli, nei prossimi giorni potrebbero esserci novità importanti“, ha fatto sapere l’agente), ma non ha ancora deciso se fare un investimento così importante. Investimento che non sarebbe necessario per Nenè. L’attaccante del Cagliari, in scadenza nel prossimo giugno, si libererebbe dal club sardo ad una cifra estremamente bassa. Mazzarri ha dato il suo assenso, Cellino non sembra intenzionato a fare le barricate: se Bigon stringerà i tempi, a gennaio il brasiliano si trasferirà all’ombra del Vesuvio. E Vargas, che anche stasera in Coppa Italia partirà dalla panchina, saluterà la compagnia.

photo credit: Wurz via photopin cc