Cefalea coitale, quando è il sesso a causare il mal di testa

E’ abitudine diffusa associare sesso e mal di testa e il perché è abbastanza semplice: non c’è miglior modo per una donna che improvvisare un’acuta cefalea per sottrarsi ai propri doveri coniugali in camera da letto. Il mal di testa non è però soltanto una “scusa” al sesso, ma potrebbe essere la diretta conseguenza di una notte di passione: stiamo in questo caso parlando della “cefalea coitale”, un disturbo che colpisce l’uomo in prossimità dell’orgasmo. Si tratta di un dolore acuto che parte dalla base del cranio e si sposta verso la parte anteriore della testa e dietro gli occhi: ad esserne colpito durante l’atto sessuale è circa un uomo su cento, soprattutto se già soggetto ad emicrania. I dati dimostrano poi che gli uomini risultano avere una predisposizione alla cefalea coitale quattro volte più forte rispetto alle donne.

Tale disturbo può essere facilmente curato attraverso alcuni farmaci in commercio, da assumere prima del rapporto sessuale. I dati raccolti dal British Journal of Medical Practitioners non permettono uno sguardo sinottico sulla cefalea coitale: gli uomini colpiti da questo disturbo provano infatti imbarazzo a parlarne con il proprio medico, mentre per gli esperti risulta difficile inquadrare i casi di cefalea nella fattispecie in esame. Eppure il campanello d’allarme dovrebbe suonare per chiunque risulti colpito da forti mal di testa durante e dopo il rapporto sessuale: queste cefalee possono infatti essere i segnali di qualcosa di più grave, come un aneurisma, un tumore al cervello, un ictus, malattie della colonna vertebrale o emorragia cerebrale.
photo credit: aldoaldoz via photopin cc