Monica Leofreddi vittima di stalking dal 2010

La fama espone a dei rischi che spesso è difficile prevedere, tra cui lo stalking. Ad aggiungersi alla schiera già numerosa di donne dello spettacolo vittime di stalking è ora Monica Leofreddi, conduttrice di “L’Italia sul 2”. La persecuzione ha avuto inizio nell’aprile del 2010 per mano di Goffredo Imperiali Di Francavilla, discendente di un’importante famiglia dell’aristocrazia napoletana. L’infatuazione dell’uomo per la dolce conduttrice lo ha indotto non soltanto ad inviarle continue lettere, ma addirittura a controllare i suoi movimenti bancari e a pedinarla sotto casa. Lo stalker 50enne ha poi tentato più volte il contatto diretto con la Leofreddi, arrivando ad avvicinarsi ai suoi familiari e a spacciarsi per il commercialista della conduttrice.

Un incubo terribile durato due anni”- racconta Monica Leofreddi, costretta a cambiare residenza insieme alla sua famiglia. Un pressing psicologico enorme sulla conduttrice, che ha temuto il peggio quando il folle stalker ha provato a rivendicare la paternità del piccolo Riccardo. Imperiali aveva in precedenza depositato un’istanza al Tribunale dei minori per riconoscere la paternità del bambino della Leofreddi, convinto fermamente del legame indissolubile con la donna e del fatto che il piccolo fosse suo figlio. Goffredo Imperiali, sotto accusa per stalking, è stato rinviato a giudizio e sarà processato il 26 giugno del prossimo anno. Ad aggravare la sua posizione, il fatto che all’epoca la Leoffreddi fosse incinta: nel gennaio 2012 la conduttrice 46enne ha infatti dato alla luce la piccola Beatrice.