Nokia perde la corona: è Samsung il leader dei telefoni cellulari

Samsung è riuscita nell’impresa di spodestare Nokia dal suo trono, il posto di maggior produttore di telefoni cellulari. Simbolo di una svolta in questo mondo che fino a pochi anni fa era lontano dalle masse, rappresenta anche l’anno dell’indiscutibile successo dell’azienda sudcoreana.

Una vita di recordDal 1998 la Nokia è rimasta in vetta alla classifica. Con il suo modello 1100 aveva battuto tutti i record di vendita, con oltre 250 milioni di esemplari costruiti, negli anni ha introdotto nel mondo della telefonia mobile numerose innovazioni, come i giochi multimediali, la radio fm, la torcia, il navigatore satellitare e il lettore mp3. Sembrava imbattibile e anche se rimane uno dei colossi del settore, adesso sappiamo che qualcosa è già cambiato.

In cima alla classifica – La notizia che Samsung supererà le vendite di Nokia entro la fine dell’anno arriva da un’analisi effettuata da iSuppli IHS. Secondo il rapporto Samsung deterrà entro gennaio il 29% della quota di mercato, mentre la sua rivale finlandese scenderà al 24%. Un vero sconvolgimento degli equilibri delle vendite, soprattutto se consideriamo che nel 2011 Nokia poteva vantare una quota del 30%. Il successo dei sudcoreani arriva grazie alla varietà dei prodotti in vendita, adatti ad ogni fascia di utenza, oltre all’introduzione di Android nei propri dispositivi e allo sviluppo della gamma Galaxy, che costituisce attualmente il più valido sfidante agli smartphone della Apple. L’azienda californiana si attesta al terzo posto con il 10% delle vendite, resta quarta ZTE. Nel campo degli smartphone Samsung è sempre padrona della prima piazza, seguita in ordine da Apple, Nokia, HTC e RIM.