Monti se ne va dal Quirinale, è finita la legislatura

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:06

È finita questa sera, poco dopo le 19, l’avventura di Mario Monti alla Presidenza del Consiglio dei ministri. 401 giorni di cura forzata, che hanno visto l’introduzione di nuove pesantissime leggi per allontanare lo spettro del dafault, ma forse anche un cambiamento della nostra società, nel bene e nel male.

Atto finale – Svolti anche gli ultimi obblighi imposti dalla prassi, il corteo di auto blu ha attraversato questa sera il portale del Quirinale. Ad accogliere il presidente del Consiglio uscente, il presidente della Repubblica, che ha preso atto delle dimissioni di Mario Monti alla guida del governo. Giorgio Napolitano ha invitato Monti a sbrigare gli affari correnti, da domani incominceranno le consultazioni con i presidenti dei gruppi parlamentari, che saranno sul colle dalle 10 alle 13.

Guardare avanti – Ma si parla già del futuro. Dopo che il corteo di auto blu è ripartito sfrecciando per le strade di Roma, incomincia il periodo più duro per la politica, quello delle elezioni. Un momento difficile, perché è adesso che i candidati dovranno convincere i cittadini, che sono molto cambiati dall’ultima volta che sono stati chiamati a votare. Dopo oltre un anno di sacrifici e scandali politici potrebbe essere giunta davvero l’ora del cambiamento. Intanto domani, dalle 11 si terrà la conferenza stampa di Mario Monti. Anche il suo nome potrebbe essere inserito tra i papabili per la guida del paese, in una coalizione di centro. Presto sapremo anche questo, per ora il professore ha salutato gli italiani dicendo: “Grazie di avermi permesso di concludere qui questi difficili ma affascinanti 13 mesi”.