Home Spettacolo Cinema

Wong Kar Way apre il festival di Berlino

CONDIVIDI

The Grandmaster di Wang Kar Way è uno dei titoli più attesi di questa stagione, e se l’è aggiudicato il festival di Berlino, di cui il cineasta di Hong Kong sarà il presidente della giuria. La pellicola, che segna il ritorno al cinema di Kar Way a sei anni dalla contraddittoria esperienza americana di Un bacio romantico, è incentrata sulla figura di Ip Man, maestro di Bruce Lee, già portata sullo schermo da Wilson Yip in due pellicole Ip Man, e Ip Man 2 uscite rispettivamente nel 2008 e nel 2010. Il film segna il ritorno del grande cineasta asiatico a temi tipici della sua poetica come guerra, vendetta, desiderio, amore e memoria.

Soddisfazione. Grande apprezzamento per essersi riusciti ad aggiudicare il film è stato espresso dal direttore della berlinale Dieter Kosslick il quale ha dichiarato “Per noi è un onore particolare aprire la Berlinale del 2013 con la presentazione del nuovo film del Presidente della Giuria di quest’anno, Wong Kar-wai. Con The Grandmaster ha arricchito il corpo della sua filmografia di un aspetto nuovo ed eccitante e ha creato un abile e visivamente potente film di genere”. Wong Kar Way si è affermato come uno dei più interessanti autori di questi ultimi anni a partire da Hong Kong Express, per poi ricevere il premio per la miglior regia al festival di Cannes per Happy Togheter, straziante storia d’amore gay ambientata in Argentina. Ma certamente il film che più lo ha consacrato all’attenzione del grande pubblico è In The Mood For Love, storia di una passione mai esplosa, in cui il tocco poetico del testo si andava a inserire in quadri di appassionata ricerca visiva contornati da una colonna sonora che alternava pezzi di musica latino americana con i classici di Nat Cole.