Facebook vuole i messaggi a pagamento

L’ultimo annuncio dell’azienda americana racconta la volontà di introdurre il pagamento per i messaggi provenienti da persone al di fuori del proprio network di amicizie. Ciò significherebbe una drastica riduzione dello spam e un utilizzo più produttivo del servizio, fanno sapere dai piani alti di Facebook, anche se non mancano dubbi e critiche a riguardo.

Il francobollo virtualeIl prezzo dei messaggi potrebbe essere fissato al prezzo di un dollaro, anche se rimane ancora sconosciuto l’importo effettivo che alla fine verrà stabilito. Grazie ad un nuovo sistema di inoltro dei messaggi verso sconosciuti, questi arriverebbero poi direttamente nella casella di posta dell’utente, come già avviene per quelli spediti dai propri amici. Sarebbe quindi un modo per aumentare l’evidenza dei messaggi provenienti al di fuori della propria cerchia di conoscenze, anche se sono in molti a non essere contenti dalla nuova mossa del social network. Aziende e venditori, infatti, non dovranno pagare questa nuova funzione e quindi è se non altro dubbia la possibilità di una riduzione drastica dello spam. Senza contare che molti utenti potrebbero decidere di non inviare più messaggi ad account non amici, per risparmiare un dollaro a messaggio, che non è sicuramente poco.

La politica del denaro – Nel frattempo si sta compiendo anche l’altra parte del progetto di Facebook, che ha da qualche tempo acquistato Instangram, l’applicazione capace di modificare e condividere fotografie dal proprio smartphone. La nuova rotta è in direzione del profitto, in quanto sarebbe in esame la possibilità di vendere le foto degli utenti, il che ha fatto infuriare migliaia di iscritti al programma. Comunque, nonostante tutto, l’esperimento di Facebook andrà avanti. In una prima fase il sistema verrà testato su un ristretto numero di utenti negli Stati Uniti, successivamente la regola del pagamento verrà diffusa in tutti gli account del mondo.