Probabili formazioni Verona-Juve Stabia: out Gomez, enigma difesa per Braglia

Domenica pomeriggio alle 15 si sfideranno Hellas Verona e Juve Stabia, due squadre che hanno molto da guadagnare da questi 3 punti, ma anche molto da perdere. In particolare il Verona, che ha bisogno di una vittoria per stare dietro ai mostri sacri Sassuolo e Livorno, due squadre che proseguono la loro cavalcata in Serie B con un passo decisamente diverso. Entarmbe le compagini arrivano alla partita di domani con un ritmo poco baldanzoso nelle ultime cinque partite: se l’Hellas non trova la vittoria da due partite, la Juve Stabia ha incassato solo 2 punti negli ultimi 5 scontri, di cui 0 fuori casa. Non un match fortunato per le vespe, che nello scorso campionato sono uscite sconfitte sia nel girone d’andata che in quello di ritorno. Appuntamento dunque al Bentegodi di Verona, teatro dell’impresa dell’altra squadra della città, il Chievo, contro la Roma di Zeman. Vediamo come arriveranno gli allenatori e i due club.

Qui Verona – La squadra di Verona recupera Laner, ma dovrà fare i conti con alcune assenze nel reparto offensivo, in primis Gomez. Viene confermato il 4-3-3 visto in Coppa Italia contro l’Inter, macon il rientro di Cacciatore sulla fascia destra della retroguardia veronese. Per quanto riguarda la mediana, invece, la formula più quotata è quella del trio gialloblù Bacinovic-Jorginho-Hallfredsson. Posto a Cacia davanti, reduce da una grande prestazione contro i nerazzurri, affiancato da Bojinov e Carrozza a cui è affidato il compito di ispirare il terminale d’attacco.
Ecco la probabile formazione:
Hellas Verona (4-3-3)
 – Rafael; Cacciatore, Moras, Maietta, Albertazzi; Jorginho, Bacinovic, Hallfredsson; Bojinov, Cacia, Carrozza. Allenatore: Bordin.

Qui Castellammare di Stabia – 4-3-1-2. Riparte da qui Braglia, una formazione simile a quella vista in Coppa Italia contro la Fiorentina di Montella, la partita con i viola, per quanto conclusa con una sconfitta, ha dato fiducia in questo modulo. Dubbio in difesa per Braglia, che dovrà farea meno di Maury e Gorzegno sicuramente, ma che dovrà considerare anche l’assenza per squalifica di Murolo. Probabile, dunque, l’inserimento dal 1′ dell’ex Empoli Vinci. Caserta, Acosty e Genevier avranno dunque spazio in centro campo, un trio muscolare non da poco che si occuperà del filtro mediano alle spalle di Mezavilla, ispiratore per Cellini e Improta.
Ecco la probabile formazione:
Juve Stabia (4-3-1-2) – Seculin; Vinci, Figliomeni, Scognamiglio, Baldanzeddu; Caserta, Genevier, Acosty; Mezavilla; Cellini, Improta. Allenatore: Braglia.

Arbitro: Gavillucci.