Concerto di Natale con Lorena Bianchetti

Ad un passo dal Natale, tralasciando un attimo i dibattiti politici per le imminenti elezioni, per entrare maggiormente nell’atmosfera, la sera della Vigilia, domani, lunedì 24 dicembre, dalle 21 circa, su Rai 2Lorena Bianchetti condurrà il Concerto di Natale.

Musica e note d’atmosfera. Dall’Auditorium della Conciliazione di Roma andrà in onda, quindi, il tradizionale concerto, che è ormai giunto alla ventesima edizione, e che è nato nel 1993 nell’aula Paolo IV in Vaticano. Il concerto sarà popolato e arricchito da numerosi artisti del panorama musicale italiano ed internazionale fra cui vi sono: Al Jarreau, Skye dei Morcheeba, i Modà, che ritroveremo anche al Festival di Sanremo, Annalisa proveniente da Amici, Niccolò Fabi, Violante Placido, lo spagnolo Hevia, gli Stadio, i Nomadi, la vincitrice dell’ultimo X Factor Chiara Civello, Alice Mondia, Yvonne Chaka Chaka, i Sonohra, i Tre Nini o meglio Andrea, Valerio e Giorgio provenienti dal programma di Antonella Clerici intitolato Ti Lascio Una Canzone, il soprano Felicia Bongiovanni, Loalwa Braz, il Tri State Mass Gospel Choir e il coro Art Voice Academy. Pensate che la lista sia finita qui? Si aggiungeranno, invece, proprio perché l’unione fa la forza, anche il soprano Daniela Dessì ovvero la più grande interprete di Tosca, il tenore Fabio Armiliato che ha recentemente partecipato al film di Woody Allen. Ogni artista protagonista della serata sarà accompagnato dalla grande Orchestra Sinfonica Universale Italiana diretta magistralmente dal Maestro Renato Serio che ha voluto adattare e vegliare ogni brano che verrà proposto ai pubblico e che quindi andrà in onda sulla seconda Rete Rai. La magia del Natale, infatti, è sacra e va trattata con i guanti bianchi.

Beneficenza. Come sempre, le tradizioni vanno infatti rispettate, anche quest’anno il concerto tenterà di sensibilizzare tutti i telespettatori su una vera e propria emergenza sociale che riguarda i bambini, gli adolescenti e i poveri del Brasile. Per queste categorie di persone, che vivono ai margini della società e abitano le strade più malfamate vi sono le cure dei missionari salesiani della Cidade Dom Bosco di Corumbà, nel Mato Grosso. Una comunità che aiuta i giovani e i bisognosi con  programmi di accoglienza, scolarizzazione, avvio al lavoro e reinserimento sociale e che per continuare a svolgere il suo ruolo umanitario, il suo, cioè, nobilissimo impegno, ha bisogno dell’aiuto di tutti.