Asparagi a Capodanno contro i postumi della sbornia

Nelle festività i brindisi sono all’ordine del giorno e spesso ci si ritrova a fare i conti con sbornie colossali, difficili da smaltire… Come in questo caso la natura accorre in nostro aiuto? Il trucco è molto semplice, come ricorda il noto proverbio “Prevenire è meglio che curare”: basta prepararsi, in particolare mangiando qualche asparago, per poi “falsare” gli effetti dell’alcol. Secondo una ricerca condotta dall’Istituto di scienza medica e dall’Università nazionale di Jeju in Sud Corea e pubblicata sul Journal of Food Science, gli asparagi sono infatti dei validi alleati per alleviare i postumi della sbornia, ma soprattutto aiutano a proteggere il fegato dall’alcol.

Gli asparagi rappresentano un valido scudo protettivo dall’alcol grazie al loro alto contenuto di aminoacidi e sali minerali: essi sono infatti attivi contro lo stress ossidativo nei confronti del fegato, causato dalla tossicità cellulare. In particolare, i ricercatori hanno osservato i componenti di germogli e foglie di asparagi e la loro azione sulle cellule del fegato di uomini e ratti. E’ così risultato, spiega B.Y. Kim, autore dello studio, che “le sostanze tossiche presenti nelle cellule sono state significativamente ridotte in risposta a un trattamento con estratti di foglie e germogli di asparagi” . E’ stato poi osservato come le foglie dell’asparago contengano un più alto livello di aminoacidi e minerali, e dunque funzionino meglio nell’alleviare i postumi della sbornia. Dunque, pur non essendo tra le verdure più amate, inserite nel vostro menù di Capodanno qualche pietanza a base di asparagi: ciò potrebbe salvare il vostro post-brindisi di mezzanotte, oltre che il vostro fegato…
photo credit: Marco40134 via photopin cc