Mal di testa prima e dopo l’orgasmo: gli uomini ne sono più colpiti delle donne

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:49

Il mal di testa, nell’opinione comune, è una delle più vecchie scuse usate dalle donne per non avere rapporti sessuali con il proprio partner. Eppure, paradossalmente, si tratta di una scusa che potrebbe essere usata più dagli uomini. Sono loro infatti ad essere più soggetti, rispetto alle donne, a mal di testa prima e dopo il sesso. Ad affermarlo è uno studio riportato dal Daily Mail, secondo cui per ogni donna che soffre di cefalea pre o post-coitale ci sono ben tre uomini affetti dallo stesso male. Si tratta di un’emicrania benigna che secondo gli esperti interessa circa un uomo su 100, ma che potenzialmente può essere molto dannosa: “Le persone potrebbero essere portate a ridere dei mal di testa provocati dall’orgasmo – ha dichiarato Andrew Dowson del King’s College Hospital di Londra – ma è un disagio che può causare problemi reali e influenzare le relazioni. I malati spesso non voglio discutere i loro sintomi perché provano imbarazzo: i pazienti che vediamo sono solo la punta di un iceberg“.

Un problema persistente – Un problema sepolto, insomma, sotto una spessa coltre di omertà, come la maggior parte dei problemi sessuali. L’età in cui si manifesta più frequentemente è intorno ai 20 anni e tra i 35 e i 44. Gli esperti, tuttavia, non hanno saputo dare una spiegazione precisa sul perché queste fasce di età siano più soggette di altre, ma – come era piuttosto prevedibile – hanno confermato che questa sindrome colpisce maggiormente i soggetti che già soffrono di emicrania. I dolori si manifestano con fitte intense alla base del cranio, associate a pulsazioni dietro agli occhi, seguite da un mal di testa persistente, che può durare da pochi minuti a diverse ore, se non interi giorni. Non esiste al momento nessuna cura precisa: la cefalea pre e post-coitale può colpire un singolo soggetto per mesi o anni, ma – affermano gli esperti – scompare spontaneamente.

photo credit: HeyThereSpaceman. via photopin cc

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!