Calciomercato Inter, Sneijder saluta: “Ciao Inter”

Calciomercato InterWesley Sneijder non ne vuole più sapere dell’Inter ed è fermamente convinto che lascerà la Serie A in questa sessione di mercato. Il campione di ‘cristallo’ si è opposto a una richiesta di diminuzione di stipendio e da allora non è più stato preso in considerazione dal giovane timoniere (aziendale) interista.

Soldi – In un’intervista rilasciata al ‘Corriere dello Sport’ l’olandese ha detto a chiare lettere che la sua avventura italiana è giunta al capolinea, come anticipato anche dalla bella compagna più volte. Ovviamente dal punto di vista economico non vuole rimetterci un euro, quindi si fa forte del contratto mostruoso che ha con i nerazzurri. I 6 milioni netti a stagione sono il vero motivo per cui non interessa più a Moratti e Stramaccioni: inutile il tentativo last minute di recuperarlo da parte del mister romano. “Se non mi vendono posso anche restare: fino al 2015 ho il contratto…”, questo il pensiero del trequartista protagonista dell’Inter del Triplete. Il Liverpool ha fatto un timito sondaggio sul calciatore, come riporta oggi ‘La Gazzetta dello Sport’, anche se lo stipendio resta il vero scoglio da superare per tutti gli interessati.

Errori – La situazione attuale è figlia degli sbagli commessi dopo le ubriacature della vittoria di tutto. Sarebbe stato infatti impopolare ma lungimirante non rinnovare alcuni accordi e monetizzare per ricostruire un gruppo che era chiaramente spremuto fisicamente e soprattutto anagraficamente. Sneijder ha una carriera costellata da infortuni, la sua annata magica è stata quella del trionfo, si sarebbe dovuto provvedere e cederlo guadagnando una marea di milioni. Prima di lui, o a ruota, anche Maicon avrebbe dovuto prendere la stessa strada: cedendo i due all’epoca, con i ricavi maxi dai cartellini e il risparmio sugli stipendi si sarebe potuto ricostruire prima, invece di farlo in modo goffo adesso, con ovvie resistenze da parte dei milionari e valori di mercato ormai sgonfiati. Purtroppo l’affetto di Moratti ha dato i suoi ‘malsani’ effetti anni dopo, quando i nodi sono venuti al pettine.