Morto a Macugnaga un giovane sciatore milanese

È stata una giornata nera quella di oggi, sulle piste da sci: in Piemonte due sono state le vittime in meno di ventiquattro ore. Un diciottenne è si è schiantato sulle rocce a Macugnaga, mentre un altro sciatore è stato stroncato da un infarto in provincia di Cuneo.

Morto ragazzo di 18 anni sullo snowboard – Un diciottenne ha perso la vita schiantandosi con lo snowboard nel canalone di Horlonovo, sulle alture di Macugnaga. La vittima è Giacomo Cornara, nato e residente a San Giuliano Milanese. L’incidente è avvenuto ieri pomeriggio, intorno alle ore 18, ma l’allarme è scattato solo interno alle ore 20, quando gli amici del ragazzo non lo hanno visto rientrare in paese.

La ricostruzione dell’incidente – Stando alle ricostruzioni dell’incidente, il giovane Giacomo Cornara, vittima di uno degli sport più pericolosi in circolazione, come lo snowboard, sarebbe scivolato all’incirca per una settantina di metri, terminando la sua corsa e la sua caduta sulle rocce. Il ragazzo di soli diciotto anni ha perso la vita all’istante. Il gruppo di amici che si trovava assieme al 18enne di San Giuliano Milanese, stava scendendo verso l’alpe Bill: Giacomo Cornara aveva deciso di percorrere il canalone, mentre gli altri avevano deciso di seguire il sentiero innevato.

Il ritrovamento del corpo – Il corpo del giovane Giacomo Cornara non è stato ritrovato subito dopo l’allarme della sua scomparsa, ma i vigili del fuoco e gli operatori del soccorso alpino di Macugnaga hanno lavorato tutta la notte per il recupero del cadavere. La salma del ragazzo è stata portata all’obitorio dell’ospedale San Biagio di Domodossola.